A Seren del Grappa ritrovato i resti di un soldato ignoto della Grande Guerra. Appello del presidente Zaia

GRANDE GUERRA: PRESIDENTE VENETO, “IL MILITE IGNOTO RITROVATO A SEREN RIMANGA PER SEMPRE SUL GRAPPA”

“Faccio appello al Ministero della Difesa e al Commissariato nazionale per le Onoranze ai caduti perchè – senza ledere leggi, prassi e regolamenti – il soldato ritrovato sul Grappa nell’anno del centenario della Grande Guerra possa venire definitivamente tumulato nel Sacrario di Cima Grappa”.
E’ questa la richiesta che il presidente della Regione Veneto rivolge al ministro della Difesa Roberta Pinotti apprendendo del fortuito ritrovamento sul Col dell’Orso, nel comune di Seren del Grappa, dei resti di un militare dell’esercito italiano caduto in uno degli scontri dell’ultimo anno di guerra del primo conflitto mondiale.
“Il ritrovamento di quei poveri resti ha un valore altamente simbolico – prosegue il presidente del Veneto – perché avvenuto a cento anni dalla conclusione di quella guerra, che ebbe tra i suoi principali teatri proprio il Veneto e il massiccio del Grappa. Sul Grappa fu sacrificata una intera generazione di giovani: i nostri bisnonni furono testimoni della carneficina del fronte, di paesi e case distrutte e di un profugato di massa che decimò paesi e città. Per il Veneto la notizia del ritrovamento dei resti di questo soldato senza nome, come migliaia di suoi compagni d’arme rimasti senza identità, desta emozione e ricordi. Nella nostra regione non c’è famiglia o paese che non conservi la memoria dei propri caduti e delle sofferenze subite in quel tragico conflitto di imperi e potenze”.
“Credo che far riposare uno dei tanti militi ignoti di questa terra nell’ossario militare più vicino a dove combattè e morì per tutti noi – conclude il presidente – sia un atto di doveroso rispetto verso il suo sacrificio e verso il tributo pagato dai veneti un secolo fa”.

OPEN 20: al Lido si festeggia con Igor Mitoraj, Luigi Ontani, Amin Gulgee, Marco Nereo Rotelli, Gianfranco Meggiato e Marianne Heske

Tag

Sono trascorsi più di vent’anni da quando OPEN Esposizione Internazionale di Sculture ed Installazioni ha iniziato il suo percorso inedito per il Lido di Venezia. Da un’idea dell’esuberante Paolo De Grandis si sono viste sculture, installazioni, happening e performance “a testimonianza di quanto l’arte possa irrompere nell’ambiente esterno per attirare l’osservatore”. Uno sguardo sull’artista contemporaneo, avendo come punto di riferimento la storica Biennale d’Arte e le più importanti gallerie d’arte. OPEN20 è ideata e curata da Paolo De Grandis, co-curata da Carlotta Scarpa ed è organizzata da PDG Arte Communications con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Regione Veneto e Comune di Venezia. Per quest’edizione che si apre, come al solito durante la Mostra del Cinema, De Grandis ha voluto ripercorre il ventennale attraverso alcuni dei nomi più significativi dell’arte contemporanea, come Yoko Ono che presenterà in anteprima mondiale un nuovo progetto ideato appositamente per celebrare i 20 anni di OPEN, una visione simbolica e metaforica del viaggio dei migranti, tra immaginazione e poesia per non dimenticare. Il ritorno all’Hotel Excelsior ed il ritorno di Igor Mitoraj, Luigi Ontani, Amin Gulgee, Marco Nereo Rotelli, Gianfranco Meggiato e Marianne Heske che in occasione di OPEN 1999 fece viaggiare un enorme sasso di 4000 anni fa dal villaggio di Tafjord e che ancora oggi stazione al Lido di Venezia. Le installazioni e sculture rimarranno en plein air al Lido durante un mese cambiando l’aspetto dell’arredo cittadino e dialogando con tutti.  OPEN si avvale quest’anno della collaborazione curatoriale di Jon Hendrix per la partecipazione di Yoko Ono, Philippe Daverio per Giuseppe Verri e poi ancora Chang Tsong-zung, Serena Mormino, Bianca Laura Petretto, Umberto Zampini e Daniele Crippa.
In occasione  dell’inaugurazione saranno presentate tre performance. B.ZARRO torna a trattare tematiche scottanti denunciate da sempre nelle sue più note installazioni come “Cavallo di Troia” un F104 esposto al Lido ad OPEN 2005.  Con “VIA CRUCIS – VIA LUCIS” l’Artista sceglie 10 stazioni sulle “Acque” di Venezia, facendo sfilare, dinanzi a monumenti simbolo della Serenissima, una processione che vede come protagonisti i temi più drammatici del mondo di oggi, le nuove Passioni della contemporaneità. La giovane artista Reverie con PourOntani farà una dedica a occhi aperti al Maestro Luigi Ontani che non prevede alcun tipo di ri-citazione/recitazione, artificio o espediente. Si tratta di necessità e di vita: i tableaux-vivants, i lavori dal vivo e soprattutto la viva eco di “VivArte”.
Marcelo Bottaro e Ana Rusiniuk ripercorrono attraverso la danza la sofferenza per la lotta verso la libertà delle popolazioni indigene autoctone.
OPEN con la forza di questa sua formula straordinaria contribuisce a modificare il tessuto di una città, rendendola piattaforma internazionale di opere a cielo aperto, per insegnare ad un pubblico stupito una nuova, involontaria, stupefacente fruizione dell’arte nella dinamica leggera di una passeggiata fuori da pareti e perimetri troppo connotati e contenitivi che poi muta nella visione il suo contenuto.

ARTISTI PARTECIPANTI
Belgio – Phil Akashi
Francia – ORLAN
Islanda / Cina – Inga Svala Thorsdottir e Wu Shanzhuan
Italia – B.ZARRO, Giancarlo Bozzani, Stefano Bressani, Nando Crippa, Gillo Dorfles, Marco Fioramanti, Laura Fiume, Salvatore Fiume, Ferruccio Gard, Resi Girardello, Alessandro Manfredini, Gaspare Manos, Federica Marangoni, Davide Medri, Gianfranco Meggiato, Lucio Micheletti, Luigi Ontani, Max Papeschi, Gabriele Polidori, Maurizio Radici, Reverie, Marco Nereo Rotelli, Giuseppe Verri, Nanda Vigo, Laura Zeni
Italia / Giappone – Kengiro Azuma
Norvegia – Marianne Heske
Nutopia – Yoko Ono
Pakistan – Amin Gulgee
Perù – Ana Maria Reque
Polonia – Igor Mitoraj
Ucraina – Yana Rusnak
Uruguay – Marcelo Bottaro
USA – Richard Humann

Gli ambasciatori di Giorgione e di Open 20 conquistano il Lido: videoclip realizzati dagli studenti di Castelfranco ed opere di grandi artisti invitati a Open20

Un articolo di Alessia De Marchi per La Tribuna di Treviso accende i fari sulla 74.Mostra Internazionale d’arte cinematografica di Venezia, portando come esempio un progetto che coinvolge, per la prima volta nella storia della Legge La Buona Scuola, ragazzi delle superiori a cimentarsi come “ambasciatori” per la promozione turistico culturale di Castelfranco-Asolo, all’interno dell’Alternanza Scuola Lavoro.
Una vera sfida per i nostri ragazzi di terza e quarta superiore, soprattutto per quelli del Liceo che anche loro debbono svolgere ben duecento ore di teoria e pratica. La mostra di Danila Dal Pos, ormai calendarizzata da tempo ed in fase conclusiva, coinvolge in un programma stabilito con dirigenti e docenti, da una parte, consultenti e tecnici, dall’altra, un certo numero di studenti che si attiveranno come “ciceroni” (liceali) o promoters-videomaker (istituti tecnici).
“Torniamo alla Mostra del Cinema dopo tre anni ininterrotti di promozione videoclip che hanno abbracciato i campi più disparati: dal sociale al politico a quello strettamente storico e burlesco”, ci precisa Angelo Miatello che, assiema Giorgio Pia, hanno cantierizzato l’incontro del prossimo 5 settembre all’Hotel Excelsior.
“Le Trame di Giorgione” entrano in scena nel luogo in cui è nata la Mostra il sei agosto 1932. All’epoca le proiezioni si svolgevano sulla terrazza mare, le poltroncine erano in bambu ed era d’obbligo il vestito da sera. Lo schermo era un telo. L’idea nasce dal conte Giuseppe Volpi di Misurata che, oltre ad essere un “moderno latifondista in Tripolitania” sarà anche uno dei più grandi mecenati della città dei Dogi e finanziatore dei partigiani comunisti sul Monte Grappa.
La cronaca riferisce la presenza di Greta Garbo, Clark Gable, Wallace Beery, Ronald Colman, Loretta Young…Vittorio De Sica ed il mostro nel primo Frankesitein, l’attore Boris Karloff. Sono proiettati 25 film (oggi ne passano almeno trecento tra lungometraggi e corti).
Sessant’anni dopo, nel 1992, La Mostra sarà ricordata con una retrospettiva intitolandola “Venezia 1932 – Il cinema diventa arte”. Poi ci saranno le Assise di Gillo Pontecorvo, il primo Tribunale degli Autori di Cinema e un inedito ma commovente collegamento con Scorsese da Hollywood. Siamo agli albori della videoconferenza, di Internet e della telefonia mobile del XX secolo. Il Lido rimane tale e quale, non si sposta di un centimetro ed il nuovo palazzo del cinema sarà il suo disonore: una fossa rimasta aperta per quasi 15 anni. Scavando le fondamenta hanno trovato pile di tettoie in amianto delle capannine. Impossibile bonificare. A corollario però cresce Giorgio De Grandis con il pallino delle mostre d’arte e di unire artisti, curatori e appassionati dei Quattro continenti lungo un itinerario en plein air che porti al Palazzo del Cinema. OPEN compie vent’anni, quasi coetaneo dei nostri liceali che sono invece coinvolti come abbiamo detto a far da ambasciatori di Giorgione.
“OPEN Esposizione Internazionale di Sculture ed Installazioni giunge quest’anno alla sua ventesima edizione. Un anno significativo che celebra il ventennio di un’idea, un’intuizione vincente, innovativa e rigenerante nel panorama delle manifestazioni di arte contemporanea. Venti anni di sculture, installazioni, happening e performance a testimonianza di quanto l’arte possa irrompere nell’ambiente esterno per attirare l’osservatore. La mostra ideata e curata da Paolo De Grandis, co-curata da Carlotta Scarpa è organizzata da PDG Arte Communications con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Regione Veneto e Comune di Venezia.
OPEN ripercorre la sua storia attraverso alcuni dei nomi più significativi dell’arte contemporanea che hanno attraversato la storia di OPEN come Yoko Ono che presenterà in anteprima mondiale un nuovo progetto ideato appositamente per celebrare i 20 anni di OPEN, una visione simbolica e metaforica del viaggio dei migranti, tra immaginazione e poesia per non dimenticare. Il ritorno all’Hotel Excelsior ed il ritorno di Igor Mitoraj, Luigi Ontani, Amin Gulgee, Marco Nereo Rotelli, Gianfranco Meggiato e Marianne Heske che in occasione di OPEN 1999 fece viaggiare un enorme sasso di 4000 anni fa dal villaggio di Tafjord e che ancora oggi stazione al Lido di Venezia.”
Dunque c’è sempre una prima volta. Oggi abbiamo i “Millennials”, o meglio quelli della generazione “Z” (16-17-18 anni) che verranno all’Excelsior per la loro prima esperienza festivaliera mondiale. Treno (o auto) + vaporetto + autobus da Castelfranco-Asolo a Venezia-Lido, viale Marconi, sono circa 50 km in linea d’aria: circa tre ore di viaggio. Sicuramente un super progresso rispetto agli anni Trenta che per andare al Lido non solo ci volevano ore e ore ma il portamonete gonfio di banconote (o cambiali). Non esisteva il bancomat e il pagamento con lo smartphone. Forse si potrebbe eliminare il bus con il vaporetto. Meno inquinamento e tempo sprecato.
Castelfranco (città di Giorgione e dei Costanzo) e Asolo (città dell’ex regina Caterina Corner Lusignano e di Robert Browning ed Eleonora Duse) hanno avuto il patrocinio del presidente della Regione Veneto Luca Zaia per questo evento straordinario di ospitalità nello Spazio di Film Commission regionale. Un invito dunque di diffondere la notizia  anche come invito a presenziare.
Mi dimenticavo: domenica 22 ottobre ci sarà il referendum dell’autonomia del Veneto. Noi siamo per il Sì. 

GLI AMBASCIATORI DI GIORGIONE ALLA MOSTRA DI VENEZIA, questo è il titolo a piena pagina di cronaca castellana, a firma di Alessia De Marchi, giornalista di La Tribuna, apparso oggi 20 agosto 2017. Piccoli Giorgione crescono, giocando non più con tavolozze e pennelli come il loro illustre antenato, bensì con tablet e telefonini. In comune hanno la freschezza e la genialità della giovane età. Caratteristiche che la curatrice della mostra diffusa “Trame di Giorgione”, aperta nella città murata dal 27 ottobre al 4 marzo prossimi, e tutta la sua equipe dallo spirito molto femminile hanno deciso di valorizzare. Ecco allora il concorso di idee lanciato con il Rotary club e rivolto agli studenti degli istituti superiori cittadini a caccia di originali videoclip con cui raccontare e promuovere i luoghi del pittore rinascimentale. Centocinque ragazzi hanno accettato la sfida e alcuni di loro il prossimo 5 settembre avranno l’onore e la piccola gloria di presentare le loro creazioni, costruite usando smartphonr e tablet, alla Mostra del Cinema di Venezia. Più esattamente al Lido, all’Hotel Excelsior, dove alle 10,30 avranno il loro “red carpet”. (Continua, vedi allegato)

Luca, una vittima innocente per mano di terroristi

ZAIA: “PRIMA VALERIA, ORA LUCA: LA MANO ASSASSINA DEI TERRORISTI RIPORTA IL VENETO NEL DOLORE E NEL LUTTO”

“Prima Valeria Solesin a Parigi, ora Luca Russo a Barcellona: il Veneto paga un altro tributo di sangue a un’orrenda guerra, combattuta in modo bestiale contro persone innocenti e inermi, una mattanza che sta insanguinando e deturpando il mondo”. Sono parole di dolore quelle del Presidente della Regione per i tragici fatti di Barcellona, il brutale e inumano attentato che ha drammaticamente coinvolto ancora una volta la comunità veneta. “Così come per Valeria, anche per Luca un momento di serenità e spensieratezza si è trasformato in morte – prosegue il Presidente –, una morte procurata da assassini terroristi che colpiscono indiscriminatamente, non attribuendo alcun valore alla vita umana”. “Ho dato disposizioni perché le bandiere sui palazzi regionali siano poste a mezz’asta – conclude il Presidente – in segno di lutto per Luca, alla cui famiglia ci stringiamo con sincero affetto, assicurando che la Regione è a disposizione in caso di bisogno”.

3 milioni di euro per progetti condotti da imprenditrici

Venerdì 11 agosto, alle ore 11.30, nel palazzo Grandi Stazioni della Regione Veneto, l’assessore allo Sviluppo economico presenta agli operatori dell’informazione il nuovo bando approvato dalla Giunta regionale del Veneto, in favore dell’imprenditoria femminile.
La Regione mette a disposizione 3 milioni di euro nel 2017 per contributi a fondo perduto a piccole e medie imprese condotte da donne o a prevalente capitale femminile.

Il calendario delle proiezioni della 74.Mostra del Cinema

Martedì 29 agosto 2017
20:30               SALA DARSENA

PREAPERTURA – INVITI IN COLLABORAZIONE CON I QUOTIDIANI VENEZIANI  PARTITURA ORIGINALE RICOSTRUITA E DIRETTA DA GILLIAN ANDERSON ED ESEGUITA DALLA MITTELEUROPA ORCHESTRA

VENEZIA CLASSICI
ROSITA (1923) di Ernst Lubitsch (Usa, 97’, intertitoli inglese s/t italiano) 

Mercoledì 30 agosto 2017
19:00               SALA GRANDE

CERIMONIA DI APERTURA – INVITI 

A SEGUIRE
VENEZIA 74 – FILM DI APERTURA

DOWNSIZING di Alexander Payne (Usa, 140’, v.o. inglese s/t italiano) con Matt Damon, Christoph Waltz, Hong Chau, Kristen Wiig
16:00               SALA DARSENA

ORIZZONTI – FILM DI APERTURA

NICO, 1988 di Susanna Nicchiarelli (Italia, Belgio, 93’, v.o. inglese/tedesco s/t italiano/inglese) con Tryne Dyrholm, John Gordon Sinclair, Anamaria Marinca, Sandor Funtek
14:00               SALA PERLA

GIORNATE DEGLI AUTORI
SEGUE Q&A DOPO LA PROIEZIONE

MAI MEE SAMUI SAMRAB TER (SAMUI SONG) di Pen-ek Ratanaruang (Tailandia, Germania, Norvegia, 108’, v.o. thailandese, inglese s/t italiano) con Cherman Boonyasak, David Asavanond, Vithaya Pansringarm, Stéphane Sednaoui

16:45               SALA PERLA

GIORNATE DEGLI AUTORI

GA’AGUA (LONGING) di Savi Gabizon (Israele, 103’, v.o. ebraico s/t inglese/italiano) con Shai Avivi, Asi Levi,  Neta Riskin, Yoram Tolledano, Shiri Golan, Ella Armony, Shimon Mimran

19:00               PALABIENNALE

DIRETTA DELLA CERIMONIA DI APERTURA 

A SEGUIRE VENEZIA 74 – FILM DI APERTURA

DOWNSIZING di Alexander Payne (Usa, 140’, v.o. inglese s/t italiano) con Matt Damon, Christoph Waltz, Hong Chau, Kristen Wiig 

Giovedì 31 agosto 2017

14:30               SALA GRANDE

FUORI CONCORSO

ZAMA di Lucrecia Martel            (Argentina, Brasile, Spagna, Francia, Messico, Usa, Paesi Bassi, Portogallo, 115’, v.o. spagnolo s/t inglese/italiano) con Daniel Giménez Cacho, Lola Dueñas, Matheus Nachtergaele, Juan Minujín

17:00               SALA GRANDE

VENEZIA 74

FIRST REFORMED di Paul Schrader (Usa, 108’, v.o. inglese s/t italiano) con Ethan Hawke, Amanda Seyfried, Cedric Kyles 

19:30               SALA GRANDE

VENEZIA 74

THE SHAPE OF WATER di Guillermo del Toro (Usa, 119’, v.o. inglese/russo/lingua dei segni s/t italiano/inglese) con Sally Hawkins, Michael Shannon, Richard Jenkins, Doug Jones, Michael Stuhlbarg, Octavia Spencer

22:15               SALA GRANDE

VENEZIA 74

THE INSULT di Ziad Doueiri (Francia, Libano, 110’, v.o. arabo s/t inglese/italiano) con Adel Karam, Kamel El Basha, Camille Salameh, Rita Hayek 

14:00               SALA DARSENA

ORIZZONTI SEGUE Q&A DOPO LA PROIEZIONE

UNDIR TRÉNU (UNDER THE TREE) di Hafsteinn Gunnar Sigurðsson (Islanda, Danimarca, Polonia Germania, 89’, v.o. islandese s/t inglese/italiano) con Steinþór Hróar Steinþórsson, Edda Björgvinsdóttir, Sigurður Sigurjónsson, Lára Jóhanna Jónsdóttir

16:45               SALA DARSENA

ORIZZONTI SEGUE Q&A DOPO LA PROIEZIONE

ESPÈCES MENACÉES di Gilles Bourdos (Francia, Belgio, 105’, v.o. francese s/t inglese/italiano) con Alice Isaaz, Vincent Rottiers, Grégory Gadebois, Suzanne Clément 

14:00               SALA PERLA

SETTIMANA DELLA CRITICA – SIC@SIC – EVENTO SPECIALE – CORTOMETRAGGIO D’APERTURA

NAUSICAA – L’ALTRA ODISSEA di Bepi Vigna (Italia, 20′, v.o. italiano s/t inglese) – film d’animazione

A SEGUIRE SETTIMANA DELLA CRITICA – EVENTO SPECIALE FUORI CONCORSO

PIN CUSHION di Deborah Haywood (Gran Bretagna, 85′, v.o. inglese s/t italiano) con Joanna Scanlan, Lily Newmark, Chanel Cresswell, Bruce Jones, Isy Suttle, Nadine Coyle

17:00               SALA PERLA

GIORNATE DEGLI AUTORI – MIU MIU WOMEN’S TALES

#13 CARMEN di Chloë Sevigny (Italia, Usa, 8’, v.o. inglese s/t italiano) con Carmen Lynch

A SEGUIRE GIORNATE DEGLI AUTORI – MIU MIU WOMEN’S TALES

#14 (THE [END) OF HISTORY ILLUSION] di Celia Rowlson-Hall (Italia, Usa, 13’, v.o. inglese s/t italiano) con Caroline Polachek, Sean Scott, John Scott, Leal Zielinska, Mina Nishimura, Katlyn Addison, Soloist with Ballet West, Christina Jones

A SEGUIRE GIORNATE DEGLI AUTORI

EYE ON JULIET di Kim Nguyen (Canada, 91’, v.o. inglese/arabo s/t italiano) con Joe Cole, Lina El Arabi

13:15               PALABIENNALE

ORIZZONTI – CORTOMETRAGGI

BY THE POOL di Laurynas Bareisa (Lituania, 16’, v.o. lituano s/t inglese/italiano) con Karolina Kildaité, Danas Kavaliauskas, Kamile Maksvytyte

ARIA di Myrsini Aristidou (Cipro, Francia, 13’, v.o. greco/cinese s/t inglese/italiano) con Chryssa Platsatoura, Yannis Stankoglou, Audrey Giacomini, Takis Spyridakis

TIERRA MOJADA di Juan Sebastian Mesa Bedoya (Colombia, 17’, v.o. eberà/spagnolo s/t inglese/italiano) con Yeison García Tascon, Marco Tulio Vásquez Yagarí, Barbara Panchí Saigama

MON AMOUR, MON AMI di Adriano Valerio (Italia, 15’, v.o. italiano/arabo s/t inglese/italiano)

LAGI SENANG JAGA SEKANDANG LEMBU (IT’S EASIER TO RAISE CATTLE) di Amanda Nell Eu (Malesia, 18’, v.o. bahasa malaysia s/t inglese/italiano) con Sharifah Aryana Binti Syed Zainal Rashid, Sofia Sabri

THE KNIFE SALESMAN di Michael Leonard, Jamie Helmer (Australia, 10’, v.o. inglese s/t italiano)

ORIZZONTI – CORTOMETRAGGI  – FUORI CONCORSO

8TH CONTINENT di Yorgos Zois (Grecia, 11’, v.o. nessun dialogo) con Pavlos Iordanopoulos

15:15               PALABIENNALE

ORIZZONTI – CORTOMETRAGGI

ASTROMETAL di Efthimis Kosemund Sanidis (Grecia, 15’, v.o. greco s/t inglese/italiano) con Mihalis Sarantis, Thalia Papacosta, Yiannis Niarros

L’OMBRA DELLA SPOSA di Alessandra Pescetta (Italia, 11’, v.o. italiano s/t inglese)  con Giovanni Calcagno, Fabrizio Buttiglieri, Marco Canzoneri, Angela Ribaudo

MENINAS FORMICIDA di João Paulo Miranda María (Francia/Brasile, 12’ , v.o. portoghese s/t inglese/italiano) con Amanda Araújo, Tatiana Pinheiro Ribeiro, Bruna Andrade

GROS CHAGRIN di Céline Devaux (Francia, 15’, v.o. francese s/t inglese/italiano) con Swann Arlaud, Victoire Du Bois

HIMINN OPINN di Gabriel Sanson, Clyde Gates (Belgio, 19’, v.o. inglese s/t italiano) con Tristan Tessier, Judith Williquet, Jonathan Pryce

AWASARN SOUND MAN (DEATH OF THE SOUND MAN) di Sorayos Prapapan (Thailandia, Myanmar, 16’, v.o. thailandese s/t inglese/italiano) con Chalermrat Kaweewattana, Nattapong Pipattanasub

ORIZZONTI – CORTOMETRAGGI  – FUORI CONCORSO

FUTURO PROSSIMO di Salvatore Mereu (Italia, 18’, v.o. sardo/italiano/nigeriano s/t inglese/italiano) con Rachel Akimbi, Mojo Kuti, Francesco Vesta 

17:30               PALABIENNALE

PROIEZIONI SPECIALI

L’ORDINE DELLE COSE di Andrea Segre (Italia, Francia, 112’, v.o. italiano/inglese/arabo s/t inglese/italiano) con Paolo Pierobon, Giuseppe Battiston, Valentina Carnelutti, Olivier Rabourdin

20:00               PALABIENNALE

VENEZIA 74

THE SHAPE OF WATER di Guillermo del Toro (Usa, 119’, v.o. inglese/russo/lingua dei segni s/t inglese/italiano) con Sally Hawkins, Michael Shannon, Richard Jenkins, Doug Jones, Michael Stuhlbarg, Octavia Spencer 

A SEGUIRE VENEZIA 74

FIRST REFORMED di Paul Schrader (Usa, 108’, v.o. inglese s/t italiano) con Ethan Hawke, Amanda Seyfried, Cedric Kyles

15:30               SALA CASINO

VENEZIA CLASSICI

IL DESERTO ROSSO (1964) di Michelangelo Antonioni (Italia, 120’, v.o. italiano s/t inglese) 

15:00               SALA VOLPI

GIORNATE DEGLI AUORI – PROIEZIONI SPECIALI

I’M (ENDLESS LIKE THE SPACE) di Anne-Riitta Ciccone (Italia, 112’, v.o. inglese s/t italiano) con Barbora Bobulova, Mathilde Bundschuh 

17:30               SALA VOLPI

PROIEZIONI SPECIALI

IL CAVALIERE ELETTRICO (1979) di Sydney Pollack (Usa, 120’, v.o. inglese s/t italiano) con Robert Redford, Jane Fonda, Valerie Perrine 

22:15               SALA PERLA 2

GIORNATE DEGLI AUTORI – EVENTI SPECIALI

IL TENTATO SUICIDIO NELL’ADOLESCENZA (T.S. GIOVANILE) di Ermanno Olmi (Italia, 35’, v.o. italiano s/t inglese)

A SEGUIRE GIORNATE DEGLI AUORI – PROIEZIONI SPECIALI

RACCONTARE VENEZIA di Wilma Labate (Italia, Francia, 56’, v.o. italiano s/t inglese) con Silvia D’Amico 

14:00               SALA GIARDINO

VENEZIA CLASSICI

CLOSE ENCOUNTERS OF THE THIRD KIND (1977) di Steven Spielberg (Usa, 137’, v.o. inglese s/t italiano) 

17:15               SALA GIARDINO

FUORI CONCORSO – EVENTO SPECIALE – ENTRATA CON COUPON

CASA D’ALTRI di Gianni Amelio (Italia, 16’, v.o. italiano s/t inglese)

18:15               SALA GIARDINO

BIENNALE COLLEGE CINEMA

STRANGE COLOURS di Alena Lodkina (Australia, 85’, v.o. inglese s/t italiano) con Kate Cheel, Daniel P. Jones, Justin Courtin

20:30               SALA GIARDINO

FUORI CONCORSO

SEGUE Q&A DOPO LA PROIEZIONE

THE DEVIL AND FATHER AMORTH di William Friedkin (Usa, 68’, v.o. inglese s/t italiano)

23:00               SALA GIARDINO

FUORI CONCORSO

THE DEVIL AND FATHER AMORTH di William Friedkin (Usa, 68’, v.o. inglese s/t italiano) 

Venerdì 1 settembre 2017 

14:30               SALA GRANDE

FUORI CONCORSO

THIS IS CONGO di Daniel McCabe (Congo, 91’, v.o. inglese/francese/swahili/lingala s/t italiano/inglese)

16:45               SALA GRANDE

VENEZIA 74

LEAN ON PETE di Andrew Haigh (Gran Bretagna, 121’, v.o. inglese s/t italiano) con Charlie Plummer, Steve Buscemi, Chloë Sevigny 

19:15               SALA GRANDE

VENEZIA 74

HUMAN FLOW di Ai Weiwei (Germania, Usa, 140’, v.o. inglese/arabo/farsi/francese/tedesco/greco/ungherese/curdo/rohingya s/t italiano/inglese)

22:15               SALA GRANDE

CERIMONIA DI PREMIAZIONE DEI LEONI D’ORO ALLA CARRIERA A JANE FONDA E ROBERT REDFORD

A SEGUIRE FUORI CONCORSO

OUR SOULS AT NIGHT di Ritesh Batra (Usa, 101’, v.o. inglese s/t italiano) con Jane Fonda, Robert Redford 

14:00               SALA DARSENA

ORIZZONTI SEGUE Q&A DOPO LA PROIEZIONE

INVISIBLE di Pablo Giorgelli (Argentina, Brasile, Uruguay, Germania, Francia, 87’, v.o. spagnolo s/t inglese/italiano)

17:15               SALA DARSENA

ORIZZONTI SEGUE Q&A DOPO LA PROIEZIONE

WEST OF SUNSHINE di Jason Raftopoulos (Australia, 87’, v.o. inglese s/t italiano) con Damian Hill, Ty Perham, Kat Stewart, Tony Nikolakopoulos, Arthur Angel

09:00               SALA PERLA

SETTIMANA DELLA CRITICA – SIC@SIC – EVENTO SPECIALE – CORTOMETRAGGIO D’APERTURA

NAUSICAA – L’ALTRA ODISSEA di Bepi Vigna (Italia, 20′, v.o. italiano s/t inglese) – film d’animazione

A SEGUIRE SETTIMANA DELLA CRITICA – EVENTO SPECIALE FUORI CONCORSO

PIN CUSHION di Deborah Haywood (Gran Bretagna, 85′, v.o. inglese s/t italiano) con Joanna Scanlan, Lily Newmark, Chanel Cresswell, Bruce Jones, Isy Suttle, Nadine Coyle

14:00               SALA PERLA

SETTIMANA DELLA CRITICA – SIC@SIC

LE VISITE di Elio Di Pace (Italia, 15′, v.o. italiano/dialetto napoletano s/t inglese/italiano) con Enza Lambiase, Francesca Bove, Noemi Guglietta 

A SEGUIRE SETTIMANA DELLA CRITICA

IL CRATERE di Silvia Luzi, Luca Bellino (Italia, 93’, v.o. italiano/dialetto napoletano s/t inglese/italiano) con Sharon Caroccia, Rosario Caroccia

16:45               SALA PERLA

GIORNATE DEGLI AUTORI

IL CONTAGIO di Matteo Botrugno, Daniele Coluccini (Italia, 110’, v.o. italiano s/t inglese) con Vinicio Marchioni, Maurizio Tesei, Anna Foglietta, Vincenzo Salemme, Giulia Bevilacqua, Daniele Parisi, Michele Botrugno, Alessandra Costanzo, Lucianna De Falco, Carmen Giardina, Fabio Gomiero, Flonja Kodheli, Nuccio Siano 

13:15               PALABIENNALE

ORIZZONTI

UNDIR TRÉNU (UNDER THE TREE) di Hafsteinn Gunnar Sigurðsson (Islanda, Danimarca, Polonia Germania, 89’, v.o. islandese s/t inglese/italiano) con Steinþór Hróar Steinþórsson, Edda Björgvinsdóttir, Sigurður Sigurjónsson, Lára Jóhanna Jónsdóttir 

15:15               PALABIENNALE

ORIZZONTI

ESPÈCES MENACÉES di Gilles Bourdos (Francia, Belgio, 105’, v.o. francese s/t inglese/italiano) con Alice Isaaz, Vincent Rottiers, Grégory Gadebois, Suzanne Clément 

17:30               PALABIENNALE

VENEZIA 74

THE INSULT di Ziad Doueiri (Francia, Libano, 110’, v.o. arabo s/t inglese/italiano) con Adel Karam, Kamel El Basha, Camille Salameh, Rita Hayek 

20:00               PALABIENNALE

VENEZIA 74

HUMAN FLOW di Ai Weiwei (Germania, Usa, 140’, v.o. inglese/arabo/farsi/francese/tedesco/greco/ungherese/curdo/rohingya s/t italiano/inglese)

A SEGUIRE VENEZIA 74

LEAN ON PETE di Andrew Haigh (Gran Bretagna, 121’, v.o. inglese s/t italiano) con Charlie Plummer, Steve Buscemi, Chloë Sevigny

16:30               SALA CASINO

VENEZIA CLASSICI

IDI I SMOTRI (VA’ E VEDI) (1985) di Elem Klimov (Urss, 143’, v.o. russo s/t inglese/italiano) 

09:00               SALA GIARDINO

FUORI CONCORSO

THE DEVIL AND FATHER AMORTH di William Friedkin (Usa, 68’, v.o. inglese s/t italiano) 

14:30               SALA GIARDINO

FUORI CONCORSO – EVENTO SPECIALE

CASA D’ALTRI di Gianni Amelio (Italia, 16’, v.o. italiano s/t inglese)

A SEGUIRE

VENEZIA CLASSICI

DEUX OU TROIS CHOSES QUE JE SAIS D’ELLE (1967) di Jean-Luc Godard (Francia, 87’, v.o. francese s/t inglese/italiano)

17:00               SALA GIARDINO

BIENNALE COLLEGE CINEMA

MARTYR di Mazen Khaled (Libano, 80’, v.o. arabo s/t inglese/italiano) con Carole Abboud, Hamza Mekdad, Rabih Zaher, Mostafa Fahes, Hadi Bou Ayash, Rachad Nasredine

19:00               SALA GIARDINO

PREMIO FRANCA SOZZANI – INVITI

21:00               SALA GIARDINO

CINEMA NEL GIARDINO

SEGUE Q&A DOPO LA PROIEZIONE

NATO A CASAL DI PRINCIPE di Bruno Oliviero (Italia, Spagna, 96’, v.o. italiano s/t inglese) con Alessio Lapice, Massimiliano Gallo, Donatella Finocchiaro, Lucia Sardo, Antonio Pennarella

20:00               SALA PASINETTI

BIENNALE COLLEGE CINEMA

STRANGE COLOURS di Alena Lodkina (Australia, 85’, v.o. inglese s/t italiano) con Kate Cheel, Daniel P. Jones, Justin Courtin 

Sabato 2 settembre 2017

14:45               SALA GRANDE

FUORI CONCORSO

DIVA! di Francesco Patierno (Italia, 75’, v.o. italiano/francese/inglese s/t inglese/italiano) con Barbora Bobulova, Anita Caprioli, Carolina Crescentini, Silvia D’Amico, Isabella Ferrari, Carlotta Natoli, Greta Scarano, Anna Foglietta, Michele Riondino

16:45               SALA GRANDE

VENEZIA 74

FOXTROT di Samuel Maoz (Israele, Germania, Francia, Svizzera, 113’, v.o. ebraico/arabo/tedesco s/t inglese/italiano) con Lior Ashkenazi, Sarah Adler, Yonatan Shiray 

19:15               SALA GRANDE

VENEZIA 74

SUBURBICON di George Clooney (Usa, 104’, v.o. inglese s/t italiano) con Matt Damon, Julianne Moore, Noah Jupe, Oscar Isaac

21:45               SALA GRANDE

FUORI CONCORSO

LA MÉLODIE di Rachid Hami (Francia, 102’, v.o. francese s/t inglese/italiano) con Kad Merad, Samir Guesmi, Renély Alfred, Youssouf Gueye 

24:00               SALA GRANDE

FUORI CONCORSO

BRAWL IN CELL BLOCK 99 di S. Craig Zahler (Usa, 132’, v.o. inglese s/t italiano) con Vince Vaughn, Jennifer Carpenter, Don Johnson, Udo Kier   

14:00               SALA DARSENA

ORIZZONTI SEGUE Q&A DOPO LA PROIEZIONE

BEDOUNE TARIKH, BEDOUNE EMZA (NO DATE, NO SIGNATURE) di Vahid Jalilvand (Iran 104’, v.o. farsi s/t inglese/italiano) con Amir Agha’ee, Navid Mohammadzadeh, Hediyeh Tehrani, Sa’eed Dakh

17:00               SALA DARSENA

ORIZZONTI SEGUE Q&A DOPO LA PROIEZIONE

LA VITA IN COMUNE di Edoardo Winspeare  (Italia, 110’, v.o. italiano/dialetto salentino s/t inglese/italiano) con Gustavo Caputo, Antonio Carluccio, Claudio Giangreco, Celeste Casciaro

09:00               SALA PERLA

SETTIMANA DELLA CRITICA – SIC@SIC

LE VISITE di Elio Di Pace (Italia, 15′, v.o. italiano/dialetto napoletano s/t inglese/italiano) con Enza Lambiase, Francesca Bove, Noemi Guglietta 

A SEGUIRE SETTIMANA DELLA CRITICA

IL CRATERE di Silvia Luzi, Luca Bellino (Italia, 93’, v.o. italiano/dialetto napoletano s/t inglese/italiano) con Sharon Caroccia, Rosario Caroccia

14:00               SALA PERLA

SETTIMANA DELLA CRITICA – SIC@SIC

IL LEGIONARIO di Hleb Papou (Italia, 13′, v.o. italiano s/t inglese) con Germano Gentile, Federico Lima Roque, Francesco Acquaroli 

A SEGUIRE SETTIMANA DELLA CRITICA

TEMPORADA DE CAZA di Natalia Garagiola (Argentina, Usa, Francia, Germania, Qatar, 110’, v.o. spagnolo s/t inglese/italiano) con Lautaro Bettoni, Germán Palacios, Boy Olmi, Rita Pauls

17:00               SALA PERLA

GIORNATE DEGLI AUTORI

LOOKING FOR OUM KULTHUM di Shirin Neshat (Germania, Austria, Italia, Libano, Qatar, 90’, v.o. inglese/arabo/farsi s/t inglese/italiano) con Neda Rahmanian, Yamin Raeis, Mehdi Moinzadeh, Kais Nashif, Najia Skalli

13:30               PALABIENNALE

ORIZZONTI

INVISIBLE di Pablo Giorgelli (Argentina, Brasile, Uruguay, Germania, Francia, 87’, v.o. spagnolo s/t inglese/italiano) 

15:30               PALABIENNALE

ORIZZONTI

WEST OF SUNSHINE di Jason Raftopoulos (Australia, 87’, v.o. inglese s/t italiano) con Damian Hill, Ty Perham, Kat Stewart, Tony Nikolakopoulos, Arthur Angel 

17:30               PALABIENNALE

FUORI CONCORSO

OUR SOULS AT NIGHT di Ritesh Batra (Usa, 101’, v.o. inglese s/t italiano) con Jane Fonda, Robert Redford 

20:00               PALABIENNALE

VENEZIA 74

SUBURBICON di George Clooney (Usa, 104’, v.o. inglese s/t italiano) con Matt Damon, Julianne Moore, Noah Jupe, Oscar Isaac

A SEGUIRE VENEZIA 74

FOXTROT di Samuel Maoz (Israele, Germania, Francia, Svizzera, 113’, v.o. ebraico/arabo/tedesco s/t inglese/italiano) con Lior Ashkenazi, Sarah Adler, Yonatan Shiray

17:30               SALA CASINO

VENEZIA CLASSICI

THE OLD DARK HOUSE (1932) di James Whale (Usa, 72’, v.o. inglese s/t italiano)

08:45               SALA VOLPI

VENEZIA CLASSICI

IDI I SMOTRI (VA’ E VEDI) (1985) di Elem Klimov (Urss, 143’, v.o. russo s/t inglese/italiano) 

15:00               SALA VOLPI

VENEZIA CLASSICI – DOCUMENTARI

AÑOS LUZ di Manuel Abramovich (Argentina, Brasile, Spagna, 75’, v.o. spagnolo s/t inglese/italiano) 

17:15               SALA VOLPI

FUORI CONCORSO – EVENTO SPECIALE

CASA D’ALTRI di Gianni Amelio (Italia, 16’, v.o. italiano s/t inglese) 

A SEGUIRE

VENEZIA CLASSICI – DOCUMENTARI

LA VOCE DI FANTOZZI di Mario Sesti (Italia, 78’, v.o. italiano s/t inglese) 

09:00               SALA GIARDINO

CINEMA NEL GIARDINO

NATO A CASAL DI PRINCIPE di Bruno Oliviero (Italia, Spagna, 96’, v.o. italiano s/t inglese) con Alessio Lapice, Massimiliano Gallo, Donatella Finocchiaro, Lucia Sardo, Antonio Pennarella 

14:30               SALA GIARDINO

PROIEZIONI SPECIALI

LIEVITO MADRE – LE RAGAZZE DEL SECOLO SCORSO di Concita De Gregorio, Esmeralda Calabria (Italia, 60’, v.o. italiano/sardo s/t inglese/italiano)

A SEGUIRE PROIEZIONI SPECIALI

BARBIANA ’65 LA LEZIONE DI DON MILANI di Alessandro G.A. D’Alessandro (Italia, 62’, v.o. italiano s/t inglese)

17:30               SALA GIARDINO

BIENNALE COLLEGE CINEMA

BEAUTIFUL THINGS di Giorgio Ferrero (Italia, 94’, v.o. italiano/inglese/filippino/tedesco s/t inglese/italiano) con Van Quattro, Danilo Tribunal, Andrea Pavoni Belli, Vito Mirizzi, Vittoria De Ferrari Sapetto, Andrea Valfrè

21:00               SALA GIARDINO

CINEMA NEL GIARDINO SEGUE Q&A DOPO LA PROIEZIONE

SUBURRA – LA SERIE di Michele Placido, Andrea Molaioli, Giuseppe Capotondi (Italia, 100’, v.o. italiano/sinti/romano s/t inglese/italiano) con Alessandro Borghi, Giacomo Ferrara, Eduardo Valdarnini, Francesco Acquaroli, Filippo Nigro, Claudia Gerini

20:00               SALA PASINETTI

BIENNALE COLLEGE CINEMA

MARTYR di Mazen Khaled (Libano, 80’, v.o. arabo s/t inglese/italiano) con Carole Abboud, Hamza Mekdad, Rabih Zaher, Mostafa Fahes, Hadi Bou Ayash, Rachad Nasredine

22:00               SALA PASINETTI

VENEZIA CLASSICI – DOCUMENTARI

LA VOCE DI FANTOZZI di Mario Sesti (Italia, 78’, v.o. italiano s/t inglese) 

Domenica 3 settembre 2017 

14:30               SALA GRANDE

FUORI CONCORSO

RYUICHI SAKAMOTO: CODA di Stephen Nomura Schible (Usa, Giappone, 100’, giapponese/inglese s/t inglese/italiano)

17:00               SALA GRANDE

VENEZIA 74

LA VILLA di Robert Guédiguian (Francia, 107’, v.o. francese s/t inglese/italiano) con Ariane Ascaride, Jean-Pierre Darroussin, Gérard Meylan, Jacques Boudet, Anaïs Demoustier, Robinson Stévenin 

19:30               SALA GRANDE

VENEZIA 74

THE LEISURE SEEKER di Paolo Virzì (Italia, 112’, v.o. inglese s/t italiano) con Helen Mirren, Donald Sutherland

22:00               SALA GRANDE

FUORI CONCORSO

VICTORIA & ABDUL di Stephen Frears (Gran Bretagna, 149’, v.o. inglese s/t italiano) con Judi Dench, Ali Fazal, Eddie Izzard 

14:00               SALA DARSENA

ORIZZONTI

SEGUE Q&A DOPO LA PROIEZIONE

LOS VERSOS DEL OLVIDO di Alireza Khatami (Francia, Germania, Paesi Bassi, Cile, 92’, v.o. spagnolo s/t inglese/italiano) con Juan Margallo, Tomas Del Estal, Manuel Moron, Itziar Aizpuru

16:30               SALA DARSENA

ORIZZONTI SEGUE Q&A DOPO LA PROIEZIONE

MARVIN di Anne Fontaine (Francia, 115’, v.o. francese s/t inglese/italiano) con Finnegan Oldfield, Isabelle Huppert, Grégory Gadebois, Vincent Macaigne

09:00               SALA PERLA

SETTIMANA DELLA CRITICA – SIC@SIC

IL LEGIONARIO di Hleb Papou (Italia, 13′, v.o. italiano s/t inglese) con Germano Gentile, Federico Lima Roque, Francesco Acquaroli 

A SEGUIRE SETTIMANA DELLA CRITICA

TEMPORADA DE CAZA di Natalia Garagiola (Argentina, Usa, Francia, Germania, Qatar, 110’, v.o. spagnolo s/t inglese/italiano) con Lautaro Bettoni, Germán Palacios, Boy Olmi, Rita Pauls

14:00               SALA PERLA

SETTIMANA DELLA CRITICA – SIC@SIC

PICCOLE ITALIANE di Letizia Lamartire (Italia, 18’, v.o. italiano s/t inglese) con Pier Giorgio Bellocchio, Victoria Silvestro, Maria Stella Cassano, Paola Lavini 

A SEGUIRE SETTIMANA DELLA CRITICA

SARAH JOUE UN LOUP GAROU di Katharina Wyss, (Svizzera, Germania, 86’, v.o. francese/tedesco s/t inglese/italiano) con Loane Balthasar, Michel Voïta, Annina Walt, Sabine Timoteo, Manuela Biedermann

17:00               SALA PERLA

GIORNATE DEGLI AUTORI

DOVE CADONO LE OMBRE di Valentina Pedicini (Italia, 95’, v.o. italiano s/t inglese) con Elena Cotta, Federica Rosellini, Josafat Vagni, Lucrezia Guidone, Danila Di Simio, Elena De Luca, Federico Martini, Raffaella Panichi

13:00               PALABIENNALE

ORIZZONTI

BEDOUNE TARIKH, BEDOUNE EMZA (NO DATE, NO SIGNATURE) di Vahid Jalilvand (Iran 104’, v.o. farsi s/t inglese/italiano) con Amir Agha’ee, Navid Mohammadzadeh, Hediyeh Tehrani, Sa’eed Dakh 

15:15               PALABIENNALE

ORIZZONTI

LA VITA IN COMUNE di Edoardo Winspeare  (Italia, 110’, v.o. italiano/dialetto salentino s/t inglese/italiano) con Gustavo Caputo, Antonio Carluccio, Claudio Giangreco, Celeste Casciaro 

17:45               PALABIENNALE

FUORI CONCORSO

LA MÉLODIE di Rachid Hami (Francia, 102’, v.o. francese s/t inglese/italiano) con Kad Merad, Samir Guesmi, Renély Alfred, Youssouf Gueye 

20:00               PALABIENNALE

VENEZIA 74

THE LEISURE SEEKER di Paolo Virzì (Italia, 112’, v.o. inglese s/t italiano) con Helen Mirren, Donald Sutherland

A SEGUIRE VENEZIA 74

LA VILLA di Robert Guédiguian (Francia, 107’, v.o. francese s/t inglese/italiano) con Ariane Ascaride, Jean-Pierre Darroussin, Gérard Meylan, Jacques Boudet, Anaïs Demoustier, Robinson Stévenin 

17:15               SALA CASINO

VENEZIA CLASSICI

OCHAZUKE NO AJI (IL SAPORE DEL RISO AL TÈ VERDE) (1952) di Ozu Yasujirō (Giappone, 115’, v.o. giapponese s/t inglese/italiano)

09:30               SALA VOLPI

VENEZIA CLASSICI

THE OLD DARK HOUSE (1932) di James Whale (Usa, 72’, v.o. inglese s/t italiano) 

14:45               SALA VOLPI

VENEZIA CLASSICI

LES BALISEURS DU DÉSERT / EL-HAIMOUNE (1984) di Nacer Khemir (Tunisia, Francia, 95’, v.o. arabo s/t inglese/italiano) 

17:45               SALA VOLPI

VENEZIA CLASSICI – DOCUMENTARI

LA LUCIDA FOLLIA DI MARCO FERRERI di Anselma Dell’Olio (Italia, Francia, 80’, v.o. italiano/francese s/t inglese/italiano)

22:15               SALA PERLA 2

GIORNATE DEGLI AUTORI – EVENTI SPECIALI

AGNELLI di Nick Hooker (Usa, 102’,v.o. inglese/italiano s/t italiano/inglese) 

09:00               SALA GIARDINO

CINEMA NEL GIARDINO

SUBURRA – LA SERIE di Michele Placido, Andrea Molaioli, Giuseppe Capotondi (Italia, 100’, v.o. italiano/sinti/romano s/t inglese/italiano) con Alessandro Borghi, Giacomo Ferrara, Eduardo Valdarnini, Francesco Acquaroli, Filippo Nigro, Claudia Gerini 

11:15               SALA GIARDINO

FUORI CONCORSO

BRAWL IN CELL BLOCK 99 di S. Craig Zahler (Usa, 132’, v.o. inglese s/t italiano) con Vince Vaughn, Jennifer Carpenter, Don Johnson, Udo Kier

15:00               SALA GIARDINO

VENEZIA CLASSICI

NON C’È PACE TRA GLI ULIVI (1950) di Giuseppe De Santis (Italia, 107’, v.o. italiano s/t inglese)

17:30               SALA GIARDINO

VENEZIA CLASSICI

INTO THE NIGHT (1985) di John Landis (Usa, 115’, v.o. inglese s/t italiano) 

21:00               SALA GIARDINO

FUORI CONCORSO SEGUE Q&A DOPO LA PROIEZIONE

THE PRIVATE LIFE OF A MODERN WOMAN di James Toback (Usa, 71’, v.o. inglese s/t italiano) con Sienna Miller, Alec Baldwin, Charles Grodin, Colleen Camp, Carl Icahn

20:00               SALA PASINETTI

BIENNALE COLLEGE CINEMA

BEAUTIFUL THINGS di Giorgio Ferrero (Italia, 94’, v.o. italiano/inglese/filippino/tedesco s/t inglese/italiano) con Van Quattro, Danilo Tribunal, Andrea Pavoni Belli, Vito Mirizzi, Vittoria De Ferrari Sapetto, Andrea Valfrè

22:00               SALA PASINETTI

VENEZIA CLASSICI – DOCUMENTARI

AÑOS LUZ di Manuel Abramovich (Argentina, Brasile, Spagna, 75’, v.o. spagnolo s/t inglese/italiano)

Lunedì 4 settembre 2017 

14:00               SALA GRANDE

VENEZIA 74

EX LIBRIS – THE NEW YORK PUBLIC LIBRARY di Frederick Wiseman (Usa, 197’, v.o. inglese s/t italiano) 

17:45               SALA GRANDE

VENEZIA 74

UNA FAMIGLIA di Sebastiano Riso (Italia, 105’, v.o. italiano s/t inglese) con Micaela Ramazzotti, Patrick Bruel 

20:00               SALA GRANDE

VENEZIA 74

THREE BILLBOARDS OUTSIDE EBBING, MISSOURI di Martin McDonagh (Gran Bretagna, 110’, v.o. inglese s/t italiano) con Frances McDormand, Woody Harrelson, Sam Rockwell, Abbie Cornish, John Hawkes, Peter Dinklage

22:15               SALA GRANDE

FUORI CONCORSO – EVENTO SPECIALE

MICHAEL JACKSON’S THRILLER 3D di John Landis (Usa, 14’, v.o. inglese s/t italiano) con Michael Jackson, Ola Ray

A SEGUIRE FUORI CONCORSO – EVENTO SPECIALE

MAKING OF MICHAEL JACKSON’S THRILLER (1983) di Jerry Kramer (Usa, 45’, v.o. inglese s/t italiano) con Michael Jackson

14:15               SALA DARSENA

ORIZZONTI

SEGUE Q&A DOPO LA PROIEZIONE

CANIBA di Verena Paravel, Lucien Castaing-taylor (Francia, 90’, v.o. giapponese s/t inglese/italiano) 

17:00               SALA DARSENA

ORIZZONTI SEGUE Q&A DOPO LA PROIEZIONE

HA BEN DOD (THE COUSIN) di Tzahi Grad (Israele, 92’, v.o. ebraico s/t inglese/italiano) con Ala Dakka, Tzahi Grad, Osnat Fishman

09:00               SALA PERLA

SETTIMANA DELLA CRITICA – SIC@SIC

PICCOLE ITALIANE di Letizia Lamartire (Italia, 18’, v.o. italiano s/t inglese) con Pier Giorgio Bellocchio, Victoria Silvestro, Maria Stella Cassano, Paola Lavini

A SEGUIRE SETTIMANA DELLA CRITICA

SARAH JOUE UN LOUP GAROU di Katharina Wyss, (Svizzera, Germania, 86’, v.o. francese/tedesco s/t inglese/italiano) con Loane Balthasar, Michel Voïta, Annina Walt, Sabine Timoteo, Manuela Biedermann

14:00               SALA PERLA

SETTIMANA DELLA CRITICA – SIC@SIC

ADAVEDE di Alain Parroni (Italia, 20’, v.o. italiano s/t inglese) con Valeria Belardelli, Lorenzo Costa, Michela Hickocx

A SEGUIRE SETTIMANA DELLA CRITICA

KÖRFEZ (THE GULF) di Emre Yeksan (Germania, Grecia, 108’, v.o. turco s/t inglese/italiano) con Ulaş Tuna Astepe, Ahmet Melih Yılmaz, Serpil Gül, Müfit Kayacan, Merve Dizdar, Damla Ardal, Cem Zeynel Kılıç

17:00               SALA PERLA

GIORNATE DEGLI AUTORI

M di Sara Forestier (Francia, 100’, v.o. francese s/t inglese/italiano) con Sara Forestier, Redouanne Harjane, Jean-Pierre Léaud, Liv Andren

12:45               PALABIENNALE

ORIZZONTI

LOS VERSOS DEL OLVIDO di Alireza Khatami (Francia, Germania, Paesi Bassi, Cile, 92’, v.o. spagnolo s/t inglese/italiano) con Juan Margallo, Tomas Del Estal, Manuel Moron, Itziar Aizpuru

14:45               PALABIENNALE

ORIZZONTI

MARVIN di Anne Fontaine (Francia, 115’, v.o. francese s/t inglese/italiano) con Finnegan Oldfield, Isabelle Huppert, Grégory Gadebois, Vincent Macaigne

17:15               PALABIENNALE

FUORI CONCORSO

VICTORIA & ABDUL di Stephen Frears (Gran Bretagna, 149’, v.o. inglese s/t italiano) con Judi Dench, Ali Fazal, Eddie Izzard

20:15               PALABIENNALE

VENEZIA 74

THREE BILLBOARDS OUTSIDE EBBING, MISSOURI di Martin McDonagh (Gran Bretagna, 110’, v.o. inglese s/t italiano) con Frances McDormand, Woody Harrelson, Sam Rockwell, Abbie Cornish, John Hawkes, Peter Dinklage

A SEGUIRE VENEZIA 74

UNA FAMIGLIA di Sebastiano Riso (Italia, 105’, v.o. italiano s/t inglese) con Micaela Ramazzotti, Patrick Bruel 

17:30               SALA CASINO

VENEZIA CLASSICI

ČERNÝ PETR (L’ASSO DI PICCHE) (1963) di Miloš Forman (Cecoslovacchia, 89’, v.o. ceco s/t inglese/italiano) 

08:45               SALA VOLPI

VENEZIA CLASSICI

OCHAZUKE NO AJI (IL SAPORE DEL RISO AL TÈ VERDE) (1952) di Ozu Yasujirō (Giappone, 115’, v.o. giapponese s/t inglese/italiano) 

14:30               SALA VOLPI

VENEZIA CLASSICI

NON C’È PACE TRA GLI ULIVI (1950) di Giuseppe De Santis (Italia, 107’, v.o. italiano s/t inglese) 

17:15               SALA VOLPI

VENEZIA CLASSICI – DOCUMENTARI

L’UTOPIE DES IMAGES DE LA RÉVOLUTION RUSSE di Emmanuel Hamon (Francia, 88’, v.o. francese s/t inglese/italiano) 

22:30               SALA PERLA 2

GIORNATE DEGLI AUTORI – EVENTI SPECIALI

GETTING NAKED: A BURLESQUE STORY di James Lester (Usa, 85’, v.o. inglese s/t italiano) con Hazel Honeysuckle, Gal Friday, Minnie Tonka, Darlinda Just Darlinda 

09:00               SALA GIARDINO

FUORI CONCORSO

THE PRIVATE LIFE OF A MODERN WOMAN di James Toback (Usa, 71’, v.o. inglese s/t italiano) con Sienna Miller, Alec Baldwin, Charles Grodin, Colleen Camp, Carl Icahn 

11:00               SALA GIARDINO

VENEZIA CLASSICI

INTO THE NIGHT (1985) di John Landis (Usa, 115’, v.o. inglese s/t italiano) 

15:00               SALA GIARDINO

VENEZIA CLASSICI

CHIKAMATSU MONOGATARI (GLI AMANTI CROCIFISSI) (1954) di Mizoguchi Kenji (Giappone, 102’, v.o. giapponese s/t inglese/italiano) 

17:30               SALA GIARDINO

VENEZIA CLASSICI – DOCUMENTARI

EVVIVA GIUSEPPE di Stefano Consiglio (Svizzera, Italia, 90’, v.o. italiano s/t inglese) 

21:00               SALA GIARDINO

CINEMA NEL GIARDINO SEGUE Q&A DOPO LA PROIEZIONE

WOODSHOCK di Kate Mulleavy, Laura Mulleavy (Usa, 116’, v.o. inglese s/t italiano) con Kirsten Dunst, Pilou Asbaek, Joe Cole, Stephan Duvall 

22:00               SALA PASINETTI

VENEZIA CLASSICI – DOCUMENTARI

LA LUCIDA FOLLIA DI MARCO FERRERI di Anselma Dell’Olio (Italia, Francia, 80’, v.o. italiano/francese s/t inglese/italiano)

Martedì 5 settembre 2017 

14:30               SALA GRANDE

FUORI CONCORSO

MY GENERATION di David Batty (Gran Bretagna, 85’, v.o. inglese s/t italiano) con Michael Caine 

16:45               SALA GRANDE

VENEZIA 74

SANDOME NO SATSUJIN (THE THIRD MURDER) di Kore-eda Hirokazu (Giappone, 124’, v.o. giapponese s/t inglese/italiano) con Fukuyama Masaharu, Yakusho Kōji, Hirose Suzu 

19:30               SALA GRANDE

VENEZIA 74

MOTHER! di Darren Aronofsky (Usa, 120’, v.o. inglese s/t italiano) con Jennifer Lawrence, Javier Bardem, Michelle Pfeiffer, Domhnall Gleeson, Ed Harris

22:15               SALA GRANDE

FUORI CONCORSO

JIM & ANDY: THE GREAT BEYOND – THE STORY OF JIM CARREY & ANDY KAUFMAN WITH A VERY SPECIAL, CONTRACTUALLY OBLIGATED MENTION OF TONY CLIFTON di Chris Smith (Usa, Canada, 90’, v.o. inglese s/t italiano)

INVITO

MARTEDI 5 SETTEMBRE 2017 ORE 10,30-12,00
Presso lo Spazio della Regione del Veneto alla
74.MOSTRA INTERNAZIONALE D’ARTE CINEMATOGRAFICA
Hotel Excelsior Lido di Venezia

La curatrice arch. Danila Dal Pos, curatore della mostra
“Le Trame di Giorgione”, capolavori della storia dell’arte
e del tessuto riuniti in Casa Giorgione di Castelfranco Veneto
ha il piacere di invitare la S.V. all’anteprima di  un excursus
della mostra (27 ottobre 2017-4 marzo 2018), delle sue principali sezioni e novità,
e della proiezione di alcuni clip, realizzati da videomaker
studenti delle superiori, nell’ambito del programma Scuola Alternanza Lavoro.
Vin d’honneur offerto dalla Regione Veneto

R.S.V.P., è gradita la conferma

14:15               SALA DARSENA

ORIZZONTI

SEGUE Q&A DOPO LA PROIEZIONE

LA NUIT OÙ J’AI NAGÉ – OYOGISUGITA YORU di Damien Manivel, Igarashi Kohei (Francia, Giappone, 79’, v.o. giapponese/francese s/t inglese/italiano) con Kogawa Takara, Kogawa Keiki, Kogawa Takashi, Kogawa Chisato 

17:00               SALA DARSENA

ORIZZONTI SEGUE Q&A DOPO LA PROIEZIONE

GATTA CENERENTOLA            di Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri, Dario Sansone (Italia, 89’, v.o. italiano/dialetto napoletano s/t inglese) – film d’animazione

09:00               SALA PERLA

SETTIMANA DELLA CRITICA – SIC@SIC

ADAVEDE di Alain Parroni (Italia, 20’, v.o. italiano s/t inglese) con Valeria Belardelli, Lorenzo Costa, Michela Hickocx

A SEGUIRE SETTIMANA DELLA CRITICA

KÖRFEZ (THE GULF) di Emre Yeksan (Germania, Grecia, 108’, v.o. turco s/t inglese/italiano) con Ulaş Tuna Astepe, Ahmet Melih Yılmaz, Serpil Gül, Müfit Kayacan, Merve Dizdar, Damla Ardal, Cem Zeynel Kılıç

14:00               SALA PERLA

SETTIMANA DELLA CRITICA – SIC@SIC

LES FANTÔMES DE LA VEILLE di Manuel Billi (Francia, Italia, 20′, v.o. francese/inglese/italiano s/t inglese/italiano) con Olivia Csiky Trnka, Matthieu Favette, Simon Guélat, Vincent Dieutre, Amdi Mansour, Olivier Douaud

A SEGUIRE SETTIMANA DELLA CRITICA

LES GARÇONS SAUVAGES di Bertrand Mandico (Francia, 110’, v.o. francese/inglese s/t inglese/italiano) con Vimala Pons, Diane Rouxel, Mathilde Warnier, Anael Snoek, Pauline Lorillard, Elina Löwenson, Sam Louwyck, Nathalie Richard

17:00               SALA PERLA

GIORNATE DEGLI AUTORI

L’EQUILIBRIO di Vincenzo Marra (Italia, 90’, v.o. italiano/dialetto napoletano s/t inglese) con Mimmo Borrelli, Roberto Del Gaudio, Lucio Giannetti, Giuseppe D’Ambrosio, Francesca Zazzera, Autilia Ranieri, Paolo Sassanelli, Astrid Meloni, Francesco Pio Romano, Sergio Del Prete, Vincenza Modica

13:30               PALABIENNALE

ORIZZONTI

CANIBA di Verena Paravel, Lucien Castaing-taylor (Francia, 90’, v.o. giapponese s/t inglese/italiano)

15:30               PALABIENNALE

ORIZZONTI

HA BEN DOD (THE COUSIN) di Tzahi Grad (Israele, 92’, v.o. ebraico s/t inglese/italiano) con Ala Dakka, Tzahi Grad, Osnat Fishman

17:30               PALABIENNALE

FUORI CONCORSO – EVENTO SPECIALE

MICHAEL JACKSON’S THRILLER 3D di John Landis (Usa, 14’, v.o. inglese s/t italiano) con Michael Jackson, Ola Ray

A SEGUIRE FUORI CONCORSO – EVENTO SPECIALE

MAKING OF MICHAEL JACKSON’S THRILLER (1983) di Jerry Kramer (Usa, 45’, v.o. inglese s/t italiano) con Michael Jackson

20:00               PALABIENNALE

VENEZIA 74

MOTHER! di Darren Aronofsky (Usa, 120’, v.o. inglese s/t italiano) con Jennifer Lawrence, Javier Bardem, Michelle Pfeiffer, Domhnall Gleeson, Ed Harris 

A SEGUIRE VENEZIA 74

SANDOME NO SATSUJIN (THE THIRD MURDER) di Kore-eda Hirokazu (Giappone, 124’, v.o. giapponese s/t inglese/italiano) con Fukuyama Masaharu, Yakusho Kōji, Hirose Suzu

17:30               SALA CASINO

VENEZIA CLASSICI

BATCH ’81 (1982) di Mike De Leon (Filippine, 108’, v.o. tagalog/inglese s/t inglese/italiano) 

08:45               SALA VOLPI

VENEZIA CLASSICI

ČERNÝ PETR (L’ASSO DI PICCHE) (1963) di Miloš Forman (Cecoslovacchia, 89’, v.o. ceco s/t inglese/italiano) 

14:30               SALA VOLPI

VENEZIA CLASSICI

CHIKAMATSU MONOGATARI (GLI AMANTI CROCIFISSI) (1954) di Mizoguchi Kenji (Giappone, 102’, v.o. giapponese s/t inglese/italiano) 

17:15               SALA VOLPI

PROIEZIONI SPECIALI

LA LUNGA STRADA DEL RITORNO (1962) di Alessandro Blasetti (Italia, 136’, v.o. italiano s/t inglese) 

17:30               SALA PERLA 2

VENEZIA CLASSICI

DEUX OU TROIS CHOSES QUE JE SAIS D’ELLE (1967) di Jean-Luc Godard (Francia, 87’, v.o. francese s/t inglese/italiano) 

09:00               SALA GIARDINO

CINEMA NEL GIARDINO

WOODSHOCK di Kate Mulleavy, Laura Mulleavy (Usa, 116’, v.o. inglese s/t italiano) con Kirsten Dunst, Pilou Asbaek, Joe Cole, Stephan Duvall 

11:15               SALA GIARDINO

VENEZIA CLASSICI – DOCUMENTARI

EVVIVA GIUSEPPE di Stefano Consiglio (Svizzera, Italia, 90’, v.o. italiano s/t inglese) 

14:00               SALA GIARDINO

VENEZIA CLASSICI

SANSHŌ DAYŪ (L’INTENDENTE SANSHO) (1954) di Mizoguchi Kenji (Giappone, 126’, v.o. giapponese s/t inglese/italiano) 

16:30               SALA GIARDINO

VENEZIA CLASSICI

NOVECENTO – ATTO PRIMO (1976) di Bernardo Bertolucci (Italia, 162’, v.o. italiano s/t inglese) 

21:00               SALA GIARDINO

CINEMA NEL GIARDINO SEGUE Q&A DOPO LA PROIEZIONE

TUEURS di François Troukens, Jean-François Hensgens (Belgio, Francia, 86’, v.o. francese s/t inglese/italiano) con Olivier Gourmet, Lubna Azabal, Kevin Janssens, Bouli Lanners 

22:00               SALA PASINETTI

VENEZIA CLASSICI – DOCUMENTARI

L’UTOPIE DES IMAGES DE LA RÉVOLUTION RUSSE di Emmanuel Hamon (Francia, 88’, v.o. francese s/t inglese/italiano)

Il 31 agosto Venezia s’inchina a Jane Fonda e Robert Redford, leoni d’oro alla carriera

Tag

In omaggio a Jane Fonda e Robert Redford, Leoni d’oro alla carriera della Mostra di Venezia 2017, si è deciso di presentare uno dei quattro film interpretati dalla coppia di grandi attori. La scelta è caduta su Il cavaliere elettrico (1979), dove Robert Redford era stato il produttore, oltre che l’interprete, del film diretto da Sydney Pollack.
Il cavaliere elettrico (Usa, 120’), interpretato anche da Valerie Perrine, Willie Nelson e John Saxon, sarà proiettato in versione originale con sottotitoli italiani giovedì 31 agosto in Sala Volpi alle 17.30 (Proiezioni speciali).
La consegna dei Leoni d’oro alla carriera a Jane Fonda e Robert Redford avrà luogo venerdì 1 settembre nella Sala Grande del Palazzo del Cinema (Lido di Venezia), prima della proiezione Fuori Concorso del film di Netflix Our Souls at Night, diretto da Ritesh Batra e interpretato da Jane Fonda e Robert Redford, prodotto da Redford e dalla sua società Wildwood Enterprises, Inc.
La 74. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica si svolgerà dal 30 agosto al 9 settembre al Lido di Venezia, diretta da Alberto Barbera e organizzata dalla Biennale presieduta da Paolo Baratta.

Hôtel de Caumont, Aix-en-Provence: Sisley l’impressionniste

(de notre correspondante Michelle Bouak)
Le Centre d’Art Caumont, qui occupe un des plus beaux hôtels particuliers du XVIIIe siècle d’Aix-en-Provence, présente une exposition inédite sur le peintre Alfred Sisley, « le plus méconnu et peut-être le plus pur des impressionnistes » comme le disait Françoise Cachin, grande figure des musées de France et de l’histoire de l’art, à l’occasion de la rétrospective organisée au musée d’Orsay en 1992.
De fait, quand on parle du mouvement impressionniste, viennent à l’esprit les noms de Monet, Renoir, Pissarro, Bazille, Manet, Degas… rarement celui de Sisley qui a été boudé de son vivant par la plupart des critiques d’art et des collectionneurs. Par une ironie du sort, ses toiles prirent un certain prestige à peine disparu.
Membre du groupe initial impressionniste avec Monet, Renoir, Pissarro et Bazille, Sisley s’est voué entièrement à la peinture de paysages, son unique sujet. Inspiré par Corot, les peintres de l’Ecole de Barbizon et probablement John Constable, Sisley peignait les paysages sur le motif et procédait à un repérage visuel systématique des lieux qu’il peignait pour se constituer un ensemble cohérent de plans. Il notait aussi les différences entre les scènes au gré des changements de lumière, de temps et de saison.
De nature réservée, il a montré moins d’inventivité dans sa recherche que Monet, Degas, Renoir et Pissarro qui s’engageront chacun à sa façon dans de nouvelles voies, faisant la part belle au travail dans l’atelier. Sisley, quant à lui, restera sa vie durant le représentant le plus fidèle aux principes fondateurs de ce mouvement, à savoir la pratique d’une peinture de plein air, s’attachant à rendre la sensation éprouvée sur le motif.
Au fil de son parcours artistique que l’exposition explore de façon chronologique – Marly-Louveciennes, Sèvres, Moret-sur-Loing…-, Sisley peint inlassablement les mêmes paysages sous tous les angles, captant avec beaucoup de talent les effets de la lumière sur l’eau, l’éclat du soleil d’hiver sur la neige et le givre, les mouvements des arbres sous le vent, sans oublier les ciels d’une importance toute particulière pour l’artiste qui commençait « toujours une toile par le ciel ».
Laissons le soin à Stéphane Mallarmé de conclure : « Sisley fixe les moments fugitifs de la journée, observe un nuage qui passe et semble le peindre en vol. Sur sa toile, l’air vif se déplace et les feuilles encore frissonnent et tremblent. Il aime les peindre surtout au printemps, quand les jeunes feuilles sur les branches légères poussent à l’envi, quand, rouges d’or, vert roussi, les dernières tombent en automne, car espace et lumière ne font alors qu’un, et la brise agite le feuillage, l’empêche de devenir une masse opaque, trop lourde pour donner l’impression d’agitation et de vie ». (« The Impressionnists and Edouard Manet », The Art MonthlyReview, 30 septembre 1876)

Sisley l’impressionniste
10 juin – 15 octobre 2017
Hôtel de Caumont, Aix-en-Provence
http://www.caumont-centredart.com

Padova: un airone uscito dal Bacchiglione o dalla Tempesta? Dibattito aperto tra Brumat e Miatello

Pubblicato il 10 ago 2017

10 agosto 2017. Mi trovo nel centro storico di Padova, città di 210.000 abitanti, anche se oggi forse non sono tutti presenti. Sto camminando sul marciapiedi in legno lungo il fiume Bacchiglione (Riviera Mussato), quando vengo improvvisamente avvicinato da qualcuno che sale dall’argine. Appena lo vedo salire deciso, decido di fargli spazio e mi fermo in mezzo alla strada azionando il video del cellulare. E’ un bell’esemplare di airone bianco maggiore, specie molto diffusa nelle nostre paludi e lungo i fiumi in aperta campagna. Ma qui siamo nel cuore della città frequentato da auto, camion e persone. Lui non se ne cura troppo e prosegue flemmatico la sua passeggiata. Allunga il collo, osserva in alto come a fiutare l’aria, si ferma e prosegue deciso. Uno scatto e cattura una lucertola che certo non si aspettava quello strano incontro.
Musica: Bensound.
Dimenticavo: nessun animale è stato maltrattato durante la produzione di questo film. Non da me almeno. E comunque è una storia a lieto fine. (Roberto Brumat)

L’airone è uscito dal Bacchiglione o dalla “Tempesta” di Giorgione? Alcuni critici sostengono che l’uccello bianco che Giorgione ha dipinto (amorosamente) sul tetto di un palazzo vicino al Ponte Molino, imperterrito di fronte alla saetta che si vede tra le nuvole (un temporalone in arrivo), sarebbe da interpretare come cognome di Giorgione, cioè Giorgio Cigna, discendente di una famiglia di artisti, nota a Mondovì e presso la corte dei Lusignano a Cipro (cf. Enrico Guidoni e Ugo Soragni). Giorgio Cigna, assieme ad altri come Tuzio Costanzo, sarebbe fuggito a Venezia, dopo la congiura del novembre 1473 in cui per mano di catalani e napoletani morirono i fidati consiglieri della regina Caterina Cornaro da poco rimasta vedova. Questa tesi non è mai stata condivisa dai castellani perchè negherebbe l’origine terragna di Giorgione. Forse figlio di una Alta Donna che dovette vendere un appezzamento di terra per pagare una penalità (cauzione) al tribunale veneziano che aveva messo in prigione il giovanetto, forse senza permesso di soggiorno (cf. Lionello Puppi, Giacinto Cecchetto). Tesi che diventerà plausibile quando Renata Segre scoprirà un atto del Lazzareto Novo in cui un “Giorgio Gasparini” era morto per peste e lasciato alcune cose personali. A suon di sciabolate e offese personali, la storia si è trasformata in un boomerang lasciando ancora diverse incertezze. Giorgio Cigna? Giorgio Gasparini, Giorgio Barbarella o nato a Napoli figlio morganatico  di un umanista diplomatico? (cf. Manlio Brusatin) Insomma, fino ad ora l’artista sembra essere nato sotto un cavolo.
Noi invece pensiamo che sia un simbolo araldico che vuole collegarsi ad una committenza o forse ad un potere che quel nobile aveva su Padova. Uno scudo araldico con la cicogna (che da lontano assomiglia ad un airone) è ben visibile sulla parete ovest del Palazzo della Ragione.
La bellezza e la compostezza dell’airone lo rende sovrano, quasi a dimostrare che sia una prova della seconda teoria. Roberto Brumat ce lo coglie con il suo smartphone creando spettacolo e suspense. Una performance d’agosto che ha avuto il termometro a più di 35 gradi. (Angelo Miatello)

http://burlington.org.uk/media/_file/generic/giorgione-renata-segre-june-2011.pdf
http://archiviodigitaledellasalvaguardia.blogspot.it/2011/06/lettera-renata-segre-per-giorgio.html
Lionello Puppi, Il cognome di Giorgione, Il Giornale dell’Arte, n. 312, settembre 2011
http://www.ilgiornaledellarte.com/articoli/2011/9/109958.html

Venite all’Hotel Excelsior per la presentazione della mostra “Le trame di Giorgione”…il presidente Luca Zaia ci ha concesso il patrocinio

Martedì 5 settembre presso lo Spazio della Regione del Veneto dell’Hotel Excelsior durante la 74.Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia è previsto l’incontro pubblico degli organizzatori della mostra “Le Trame di Giorgione che si aprirà il 27 ottobre al 4 marzo 2018 nel Museo Casa Giorgione di Castelfranco Veneto. La mostra promossa dal Comune di Castelfranco Veneto con il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e dell’Associazione Veneto Museo Sistema, è curata da Danila Dal Pos, la studiosa cui si deve l’allestimento del Museo Giorgione. La novità dell’incontro sarà anche quella di proiettare alcuni clip del Concorso di idee per la valorizzazione e la promozione dei beni culturali del territorio di Castelfranco Veneto realizzati da studenti delle superiori, concorso finanziato dal Rotary Club di Castelfranco-Asolo, nell’ambito dell’Alternanza Scuola Lavoro. Quest’incontro ha avuto il patrocinio, su proposta dell’Assessore Regionale Cristiano Corazzari, della Regione a firma del presidente dott. Luca Zaia (Prot. 282860).

IL PROGRAMMA DI MATERDÍ 5 SETTEMBRE ALL’HOTEL EXCELSIOR

Due saranno i momenti salienti dell’incontro pubblico al Lido di Venezia, previsto dalle ore 10,30 alle ore 12,00 con un brindisi finale: un excursus della mostra, delle sue principali sezioni e novità, e la proiezione di alcuni clip, realizzati da videomaker, studenti delle superiori, di cui i migliori riceveranno dei premi in denaro del Rotary Club Castelfranco-Asolo. La serata di premiazione si svolgerà presso il Teatro Accademico il 15 settembre.
La partecipazione all’evento presso lo storico e lussuoso Hotel Excelsior è libera fino ad esaurimento dei posti disponibili. Sarà offerto un vin d’honneur dagli organizzatori.