Cave – Sinigaglia (PD): “Grave il via libera alle estrazioni di trachite nel Parco Colli derogando al Piano ambientale. Il territorio chiede maggiori tutele”

“È grave il via libera alle estrazioni di trachite nel Parco Colli derogando al Piano ambientale. Avevamo proposto di stralciare l’articolo, la maggioranza però non ha sentito ragioni”. A dirlo è il Consigliere regionale del Partito Democratico Claudio Sinigaglia a proposito dell’articolo 32 della Legge quadro sull’attività di cava che è stata licenziata oggi. “È un colpo di mano, perché questo articolo è stato presentato successivamente ai due Pdl. Attualmente ci sono cinque cave operative, tre a Vò e due a Cervarese Santa Croce; l’ultima autorizzazione risale a poche settimane fa e consentirà alle cave di lavorare per altri cinque anni. Poi sarebbe terminata l’attività estrattiva. Mi chiedo dunque se sia stato giusto agire in deroga al Piano ambientale e al Progetto Tematico Cave, veri e propri atti costitutivi del Parco Colli. Con questo provvedimento ci si sostituisce all’Ente Parco Colli, da anni commissariato, senza però aver inquadrato bene tutte le conseguenze”.
“Il rinnovato permesso di escavazione – prosegue Sinigaglia – dovrebbe rispondere al fabbisogno per la manutenzione, la conservazione e la valorizzazione dei beni artistici, storici e monumentali – siamo  riusciti ad inserirlo in legge; dovrebbe essere attuato in galleria, con modalità innovative, senza consumo di suolo; il progetto dovrà ottenere la Valutazione di impatto ambientale e il parere positivo dell’Ente parco e del Comune. Non si poteva allora aspettare la nuova legge sulle aree protette e dare così mandato all’Ente Parco Colli, nella sua piena titolarità ed autorevolezza, di formulare un Piano Ambientale che tenesse in considerazione il fabbisogno di trachite? I Colli Euganei – dice in conclusione il Vicepresidente della Prima commissione – non sono patrimonio di un singolo Comune, ma di tutti. E la Regione dovrebbe sempre rispettare il territorio e le sue esigenze, non accentrare scelte opinabili e che possono rivelarsi controproducenti per il sistema ambientale del Parco”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...