Onofrio Rota, nominato segretario generale della federazione agricola alimentare, ambientale industriale della Cisl nazionale

Fai Cisl: il trevigiano d’adozione Onofrio Rota è il nuovo Segretario generale
Veneto Luca Zaia si congratula con il segretario generale della Cisl del Veneto, trevigiano di adozione, ora nominato ‘numero uno’ del sindacato nazionale Cisl degli operatori del primario. “La sua nomina – prosegue il presidente – dà continuità all’esperienza affinata nella nostra regione nella filiera dell’agroalimentare, come segretario Fai, in uno dei settori dove il mix tra tradizione e innovazione e la crescente specializzazione agroindustriale dettata dall’internazionalizzazione stanno producendo profondi cambiamenti nelle condizioni di lavoro e nelle relazioni sindacali. Sono certo che il Veneto e l’intera filiera agroalimentare, che del Veneto è uno dei punti di orgoglio, troveranno in Rota un interlocutore attento e preparato nonché un ottimo alleato nelle comuni battaglie per promuovere i punti di forza del ‘made in Italy’ e perseguire quei valori di qualità, eccellenza, sicurezza, etica e responsabilità sociale che devono essere la carta di identità di chi opera nel settore agroalimentare”.“
“Un sincero augurio a Onofrio Rota, per il suo nuovo incarico di segretario generale della federazione agricola alimentare, ambientale industriale della Cisl nazionale. Sono certo che porterà con sé l’esperienza maturata in Veneto, prima nel sindacato agricolo della Cisl e poi, da due anni, nel più alto osservatorio della segreteria regionale della maggiore organizzazione sindacale del Veneto”.
Così il presidente della Regione Veneto Luca Zaia si congratula con il segretario generale della Cisl del Veneto, trevigiano di adozione, ora nominato ‘numero uno’ del sindacato nazionale Cisl degli operatori del primario.
“La sua nomina – prosegue il presidente – dà continuità all’esperienza affinata nella nostra regione nella filiera dell’agroalimentare, come segretario Fai, in uno dei settori dove il mix tra tradizione e innovazione e la crescente specializzazione agroindustriale dettata dall’internazionalizzazione stanno producendo profondi cambiamenti nelle condizioni di lavoro e nelle relazioni sindacali. Sono certo che il Veneto e l’intera filiera agroalimentare, che del Veneto è uno dei punti di orgoglio, troveranno in Rota un interlocutore attento e preparato nonché un ottimo alleato nelle comuni battaglie per promuovere i punti di forza del ‘made in Italy’ e perseguire quei valori di qualità, eccellenza, sicurezza, etica e responsabilità sociale che devono essere la carta di identità di chi opera nel settore agroalimentare”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...