Dieci milioni di euro per strutture socio-sanitarie, qualità e comfort per servizi destinati a disabili e anziani

SOCIALE: FONDO DI ROTAZIONE PER STRUTTURE, OK UNANIME IN COMMISSIONE – ASSESSORE, “NEI PROSSIMI GIORNI L’APERTURA DEL BANDO”

“Tra pochi giorni daremo il via la bando per accedere ai contributi del fondo di rotazione per interventi edilizi a favore di non autosufficienti e disabili”. E’ quanto ha assicurato l’assessore regionale al Sociale alla commissione Sanità del Consiglio veneto che ha dato il via libera, con voto unanime, all’istituzione del nuovo fondo regionale di rotazione da 10 milioni di euro per investimenti strutturali in ambito sociosanitario, a beneficio di strutture per anziani non autosufficienti e per disabili.
Il ‘nuovo’ Fondo regionale, istituito a distanza di sei anni dal primo esperimento e con nuovi criteri, interviene con erogazioni a fondo perduto o con il rimborso graduale, senza interessi, del capitale anticipato per investimenti edilizi. Le risorse saranno destinate – secondo le indicazioni integrative della commissione – per il 58 per cento ad interventi edilizi per anziani non autosufficienti, per il 25 per cento a strutture per disabili, per il 10 per cento a progetti innovativi e per il 7 per cento ad interventi di grande emergenza.
“Tra i criteri di selezione delle domande il bando darà priorità – anticipa l’assessore – ad enti e soggetti che dimostrino una buona capacità di ‘riuscita sociale’ del loro progetto e che puntino a migliorare la qualità e i comfort dell’accoglienza ai loro ospiti. Avranno, inoltre, una corsìa privilegiata nella graduatoria di selezione gli interventi di messa a norma e di adeguamento antisismico, le iniziative di accorpamento tra immobili che miglioreranno le gestione dei servizi, gli interventi che favoriscano l’integrazione lavorativa delle persone disabili e le iniziative che dimostrino la capacità degli enti pubblici di fare rete con l’associazionismo”.
“Il parere positivo espresso dalla commissione regionale dà atto dell’utilità dello strumento e della serietà delle nuove regole per la concessione dei finanziamenti – conclude l’assessore– Nel bando abbiamo previsto criteri rigorosi al fine di non disperdere finanziamenti pubblici in interventi di dubbia efficacia e di garantire la sostenibilità del Fondo stesso”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...