DIETRO LE QUINTE CON GLI ALPINI. Grande guerra in versione sinfonica. Servizio fotografico di Derio Turcato trailer di Nino Porcelli

Concerto sinfonico a Cima Grappa_Autorità sul palco

Art. 21 Cost. ital.

G
RANDE GUERRA IN VERSIONE SINFONICA. Dietro le quinte con gli Alpini. É un progetto che si inquadra sotto forma di video (trailer) per mostrare la passione per la storia della musica e dei luoghi che cento anni fa videro migliaia di soldati italiani e stranieri uccidersi come dei moscerini. Fu una carneficina.”
“Cento anni di storia trascorsi dal Guerron (Grande Guerra a detta di Pio X) con un repertorio di brani della tradizione alpina arrangiati in versione sinfonica per grande orchestra composta da 100 Giovani: tra orchestrali e coristi.”
Queste le premesse all’indomani del concerto sinfonico in Cima Grappa avvenuto il 30 giugno per celebrare la furiosa battaglia del Solstizio del 1918. Si era avviata una collaborazione con il maestro direttore e i rappresentanti delle associazioni degli alpini, intervenuti nell’organizzazione e per l’efficacia dell’evento che, viste le premesse, sembrava praticabile. Il trailer era giornalistico (art. 21 Cost. ital.), storico e culturale. Derio Turcato dell’associazione HISTOIRE, che si era occupato per redigere il piano di emergenza ed evacuazione dell’evento, ha fornito del materiale storico sul luogo e qualche curiosità che ancora oggi rimane avvolta da un alone di mistero, come “le tre donne soldato austriache che si trovano fra le

Derio Turcato, presidente Histoire

migliaia di altri soldati dell’Ossario”. Uno scoop del 5 settembre!
L’idea è di raccontare l’evento eccezionale del sabato mattina, “con quello che si è potuto fotografare e sentire nello straordinario scenario che è l’imponente Ossario d’alta quota, costruito tutto in pietra nel 1935 dai progettisti Castiglioni e Greppi”. La grande scalinata, che accoglie le salme di circa 12.600 caduti, traslati nel dopoguerra dal primo cimitero ipogeo situato nella galleria V. Emanuele II e recuperati dagli innumerevoli cimiteri militari sparsi nella zona, è sormontata dalla Cappella della Madonna del Grappa, che attraverso la “via eroica” culmina nella torre-osservatorio: vecchio ingresso del primo cimitero ipogeo. Al centro della scalinata trova posto la tomba del generale Gaetano Giordano e della moglie Margherita.
“É sulla spianata della scalinata che conduce all’ingresso del vecchio cimitero ipogeo, sulla quale incombe la torre che riporta il motto: “MONTE GRAPPA TU SEI LA MIA PATRIA”, che sono svolti il concerto sinfonico diretto dal maestro castellano e la cerimonia di chiusura con discorsi di congratulazioni agli orchestrali, al loro direttore, ai vari responsabili dell’ordine pubblico, e di messaggi di amicizia e solidarietà da parte delle autorità istituzionali intervenute.

Sul palco sono saliti i sindaci con la fascia tricolore dei Comuni patrocinatori (Castelfranco Veneto, Loria, Crespano del Grappa, Conegliano), del Presidente della Provincia di Treviso e i responsabili dell’Associazione Nazionale Alpini della sezione di Treviso e del Gruppo Alpini di Castelfranco Veneto e dell’Associazione storico-culturale HISTOIRE”.
“Il filo conduttore – ci spiega Miatello – era e rimane quello di porre al centro il volontariato che sta dietro le quinte in tali particolari manifestazioni pubbliche. Una task force di volontari civili, impegnata nel far svolgere la manifestazione in ossequio alle disposizioni del Ministero dell’Interno sulla questione della sicurezza degli eventi pubblici; e nel promuovere la cultura e la difesa del paesaggio, assieme alle autorità istituzionali che l’hanno patrocinata. Una dimostrazione che rimanesse viva grazie ad un trailer di qualche minuto da portare allo Spazio della Regione del Veneto, di cui l’AIDA ha inoltrato ben due distinte domande di patrocinio alla Regione  del Veneto indirizzate al presidente Luca Zaia” (vedi introduzione in questo libretto).”

Un trailer (un po’ di più di un frame) che possa servire da filo conduttore per dare impulso a visite ulteriori sul Massiccio del Grappa, rivolto al mondo scolastico (mobilità permettendo). Per mantenere vivo il ricordo di quegli anni di “sangue e gloria” che videro ben due conflitti mondiali (luoghi unici in Italia) con il rischio che si ripetesse sul fronte dei confini orientali fino alla caduta del Muro di Berlino. Escursioni guidate in collaborazione con l’Associazione HISTOIRE disponibile per quanti volessero approfondire o solamente trascorrere una giornata tra i numerosi “segni di guerra” del massiccio del Grappa, quali trincee, postazioni militari che in alcuni casi di recente restaurate dal volontariato locale.
Infatti, si legge nella guida Bassano 15/18, a cura di Lucio Fabi e Renata Del Sal,  gli “archeologi” volontari hanno trasformato “le località di Col Campeggia e dei Colli Alti in altrettanti ‘Musei all’aperto’ che invogliano a proseguire per le storiche vette del Grappa: dal Col Moschin all’Asolone, dal monte Pertica ai Solaroli e per la mulattiera militare del Boccaor fino ai monti Palon e Tomba, ricchi di trincee e gallerie, camminamenti e cippi di quel lontano tempo di guerra. Che non dovrebbe più ripetersi.

Note finali. Grazie a Nino Porcelli, film maker, sarà presentato il 5 settembre il trailer giornalistico Dietro le quinte con gli Alpini, sopralluoghi, carte timbrate, storia, attualità.
Dall’evento del 30 giugno scorso, nasce “DIETRO LE QUINTE” un progetto culturale pro Scuole con supporti audiovisivi promosso dal Gruppo Alpini Castelfranco Veneto, dalla sezione ANA di Treviso, dall’Associazione HISTOIRE, che mette in luce l’azione del volontariato – sebbene non appariscente – che ha permesso lo svolgersi, fra i tanti, anche l’evento rievocativo di Cima Grappa. Lo scopo è di mantenere un legame affettivo con questi luoghi sacri, attraverso la storia, che si trasformano in messaggi di amicizia e solidarietà. (Mail: histoire@tiscali.it)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...