Droni by Art presente alla Mostra del Cinema con una serie di articoli di storia, giornalismo, attualità

Droni by art© è un giornalino tascabile che contiene articoli e notizie che si intersecano con la storia. Da cinque anni siamo presenti allo Spazio della Regione Veneto, Hotel Excelsior del Lido,  con la proiezione di cortometraggi e trailer realizzati nell’ambito dell’Alternanza Scuola Lavoro su temi di attualità. L’anno scorso, ad esempio, ne abbiamo approfittato per lanciare la mostra di Danila Dal Pos su Le Trame di Giorgione che ha registrato un ottimo successo promozionale (video di Ipsia Galilei, Istituto Rosselli e Liceo Giorgione), ribadito dal vicesindaco e assessore Gianfranco Giovine. L’anno precedente invece è stata la volta di far conoscere al grande pubblico l’uso di piccoli droni patriot nella aero-fotografia, iniziativa partita dai prof. D. Pauletto e N. Bolzon, docente di tecniche multimediali e vice preside Ipsia Galilei, e coordinata da A. Miatello.

Quest’anno, durante la 75. Mostra Internazionale del Cinema, presentiamo video-trailer degli studenti dell’Ipsia con L’uguaglianza di essere diversi, diretti da Fabiana Zanchetta e Nazzareno Bolzon; e dell’Associazione Histoire e del Gruppo Alpini di Castelfranco con Dietro le quinte con gli Alpini di Castelfranco. Saliti sull’Ossario di Cima Grappa, abbiamo assistito al concerto sinfonico del maestro D. Basso che celebrava il centenario della battaglia del Solstizio (16-20 giugno 1918). Da “dietro le quinte” è una narrazione di un evento eccezionale “storico musicale” che evidenzia progettazione, organizzazione, prevenzione e sicurezza da parte della protezione civile e in questo caso dell’Associazione degli Alpini e dei loro associati.

Droni by art© ha scelto alcuni fatti accaduti nella storia cento anni fa che si intrecciano con la nostra città. Riscopriamo il legame di alcuni personaggi (castellani o da questi incaricati) che salirono alla ribalta come artefici di strutture ricettive e alberghiere del Lido, lanciato come luogo di svago e salutistico marino per un turismo d’élite e popolare. Nel luglio 1908 si inaugurano il mastodontico albergo Excelsior, la nuova linea ferroviaria Venezia-Castelfranco-Bassano…(Saluti a grande velocità da Castelfranco Veneto), il restyling di palazzo Rizzolino Azzoni Avogadro… Un po’ prima il conte Ferruccio Macola (1861-1910) compera La Gazzetta di Venezia, con la quale inizia la sua scalata politica, appoggiato dal Cardinale Sarto, poi Papa Pio X, e dal notabilato locale. Il castellano sostiene la candidatura del conte Filippo Grimani che rimarrà sindaco di Venezia per ben 25 anni (compera quote de La Gazzetta di Venezia). Una destra storica (Liberale conservatrice) che ha il suo epicentro nel triangolo Treviso-Venezia-Padova, periodo in cui Papa Pio X (1903-1914) controlla saldamente “le anime” politiche con il vescovo Giacinto Longhin (cf. Luigi Urettini). L’intesa fra cattolici e forze liberal conservatrici anticipa di dieci anni l’analoga svolta politica che si verificherà a livello nazionale con l’attenuazione del non expedit (cf. Vittorio Caracuta).

Di nuovo apriamo un capitolo sul conte Macola riportando alla luce i suoi ultimi anni con la nobile Luisa Milanovich che tanto lo amò ma non altrettanto ripagata, lei che lo volle seppellire nel sepolcreto di famiglia del cimitero di Rovigo (cf. Graziella Andreotti) .

Troppi pregiudizi ancora rimangono forti, sebbene scorrendo la sua biografia ci siano fonti di un certo riguardo che attestano il contrario e lo collochino come una figura di primissimo piano: sostiene il cardinale Sarto, favorisce l’elezione al sindaco Filippo Grimani, quella del sindaco Felissent di Treviso, è promotore di una linea tramviaria Bassano-Caselle-Castelfranco, indaga sulle emigrazioni di massa… su scandali e sulla corruzione mafiosa a Venezia (cf. Enzo Guidotto).

Droni by art© ha ripreso per questo numero i seguenti servizi: un reportage sulla visita di Fiammetta Borsellino nella città di Zorzon (Giorgione), invitata dal prof. E. Guidotto, che ha ricordato che già il padre magistrato Paolo venne qui nel 1990. La visita in Comune del 30 gennaio ha anticipato quella al Consiglio Regionale per la chiusura della mostra fotografica dell’Ansa L’eredità di Falcone e Borsellino. Il nostro servizio comprende una lunga intervista a Guidotto sul fenomeno mafioso ed una sintesi dell’intervento di Fiammetta in aula consiliare di Palazzo Ferro Fini. Anticipazioni importanti sul processo Borsellino-quater della strage di via D’Amelio che hanno trovato poi conferma nelle motivazioni delle sentenze dei relativi processi. Collusioni di esponenti deviati delle istituzioni con la criminalità che “ci” hanno tenuto all’oscuro le responsabilità di fatti criminosi. Il motto del “non abbassare mai la guardia” è un appello pubblico ad alta voce che va nella direzione giusta se vogliamo combatterla anche nel Veneto.

Droni by art©, apre una finestra sulla 75.Mostra del Cinema con: A star is born di B.Cooper, Vanessa Redgrave leone d’oro alla carriera, il College Cinema una novità che potrebbe trasformarsi in Accademia, una recensione per Anagoor leone d’argento Biennale Teatro, la scienza per l’arte con l’ANIAC di Verona, Storming the skies da Vittorio Veneto a Londra, ovvero la guerra sulle montagne innevate, e per finire un accenno all’imminente apertura della mostra dedicata a Jacopo Robusti detto il Tintoretto (1519-2019) di Palazzo Ducale e Gallerie dell’Accademia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...