I cataloghi della 75.Mostra stampati da Graficart: il patron Roberto Moretto lancia la notizia sul social

“La metafora più diffusa per indicare il programma di un festival consiste nel definire questo insieme di film come “un’istantanea del presente”. Cioè come un modo per rappresentare lo stato di salute – o quello che si ritiene tale – della produzione cinematografica mondiale, in un preciso momento e contesto storico. Quanto sia approssimativa questa definizione, lo si deduce anche solo mettendo a confronto la selezione di un festival con quella della manifestazione che lo ha preceduto, o con quella che gli farà seguito. A seconda dei diversi modi in cui ciascun programma si configura, se
ne possono trarre conclusioni diverse, spesso destinate a contraddirsi, talvolta
manifestamente errate. Una buona selezione (che, alla stessa maniera di una meno riuscita, è sempre il frutto di scelte soggettive, e di molti condizionamenti), potrebbe indurre a pensare che il cinema stia benissimo. O viceversa, senza che nessuna delle due deduzioni sia per forza di cose illegittima.” (Alberto Barbera, conf. stampa Roma luglio 2018)

La stessa metafora potrebbe andar bene al patron di Graficart, Roberto Moretto, che di pubblicazioni ne fa tante durante l’anno e alla fine un quadro generale viene comunque stilato un po’ per ordine cronologico e un po’ per ordine d’incasso. Lavorare con la Marsiglio veneziana ma soprattutto entrare alla Biennale di Venezia, dalla porta principale con i due cataloghi della 75.Mostra del Cinema, fa onore.
Chissà che duri questo sodalizio castellano-veneziano soprattutto per festeggiare CENTODIECI ANNI DI ESISTENZA DEL GRANDE HOTEL EXCELSIOR, guarda te, accipicchia, costruito su progetto suggerito dal “finanziatore” Spada all’archistar Giovanni Sardi, lo stesso che rifece in stile cementizio la monotona facciata settecentesca di palazzo Razzolino degli Azzoni Avogadro, che il Nostro Moretto rutti i giorni per tornare a casa ci passa davanti o di fianco… Ma poi la cosa interessante è che quest’anno un gruppo castellano si è guadagnato il Leone d’argento di Biennale Teatro due mesi fa!

A rivangare il passato ci hanno pensato i nostri collaboratori studiosi che ci dicono: “grandiosa festa fu il 21-22 luglio 1908 per l’inaugurazione dell’Excelsior con tremila invitati a pagamento”, ma una stessa grandiosa festa ci fu dieci giorni prima, il 10 luglio 1908, per la nuova linea Venexia-Casteo-Bassan con il sindaco Filippo Grimani e il notabilato castellano. Dunque Castelfranco è al centro della Storia.
Un invito personale al signor Roberto Moretto di unirsi al gruppo folto che andrà al Lido di Venezia per l’evento programmato dalla Regione del Veneto, il 5 settembre 2018 che gli sarà dato un posto in prima fila. Almeno tra Castellani all’Excelsior per una foto ricordo non sarebbe male. Quello che manca nel suo album.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...