Biennale chiude: Domenica 24 novembre al Teatro alle Tese Arsenale ore 12

Ultima settimana di apertura con incontri, dibattiti, performance

***
domenica 24 novembre al Teatro alle Tese Arsenale ore 12
Paolo Baratta e Ralph Rugoff
chiudono i “Meetings on Art” in un dialogo con i visitatori
a seguire
presentazione del volume di prossima uscita

 “Esposizione Internazionale d’Arte, La Biennale di Venezia, 1895-2019”
maggio con le performance inaugurali,la settimana di chiusura della Biennale Arte 2019 darà vita a una serie di nuove performance con programma giornaliero che si svolgeranno tra il Teatro alle Tese e il Teatro Piccolo dell’Arsenale.
Il programma amplia il tema della 58. Esposizione Internazionale d’Arte, dal titolo May You Live In Interesting Times, einclude artisti che stanno segnando ‘la performance’ di ultima generazione come Vivian Caccuri, Bo Zheng, Cooking Sections, Vivien Sansour, Invernomuto e Solange Knowles che affrontano i temi della bio-politica e più ampie questioni ecologiche, dalla terra fino al mare e al corpo umano. Attraverso una nuova collaborazione, Paul Maheke, Nkisi e Ariel Efraim Ashbel mettono in evidenza geografie diasporiche, saperi ancestrali e domande sulla visibilità e invisibilità delle voci spesso marginalizzate nella storiografia dominata dal punto di vista occidentale. Preso nel suo insieme, il programma di performance apre nuove e complesse letture del passato e del presente, nonché di un potenziale futuro. (organizzazione artistica Aaron Cezar; con il supporto aggiuntivo di Arts Council England e Delfina Foundation).
«La Mostra May You Live In Interesting Times dà risalto all’arte che esiste tra categorie e generi convenzionalmente accettati – spiega Ralph Rugoff – e mette in discussione le ragioni che stanno dietro il nostro modo di pensare per categorie. Il programma di performance rappresenta questo tipo di approccio, testando le convenzioni estetiche, comportamentali e sociali in un’ampia gamma di eventi.»
Domenica 24 novembre alle ore 12 al Teatro alle Tese Arsenale il Presidente della Biennale Paolo Baratta e il curatore Ralph Rugoff incontreranno i visitatori in una conversazione sulla Biennale Arte 2019.
Al termine del dibattito Baratta presenterà il volume Esposizione Internazionale d’Arte, La Biennale di Venezia, 1895-2019, che raccoglie informazioni dettagliate su tutte le edizioni dell’Esposizione Internazionale d’Arte dal 1895, anno della sua fondazione, ad oggi. Il volume, edito dalla Biennale di Venezia, è a cura dell’Archivio Storico della Biennale.

PROGRAMMA
Venerdì 22 e sabato 23 novembre
Teatro alle Tese 3
Performative lectures
Una serie in tre parti di conferenze performative e sessioni di ascolto che affrontano
i temi della bio-politica e più ampie questioni ecologiche.
11.30 / 12.30 – Parte I
Bo Zheng, Plant Sex Workshop (2019) (25 min.)
Pausa di 10 min.
Vivian Caccuri, Mosquitoes Also Cry, (2018) | The Fever Hand (2019) (25 min.)
Pausa di 30 min.
13.00 / 14.00 – Parte II
Cooking Sections, CLIMAVORE: On Tidal Zones (2018) (25 min.)
Pausa di 10 min.
Vivien Sansour, Autonomia (2019) (25 min.)
Pausa di 30 min.
14.30 / 15.30 – Parte III
Invernomuto, Black Med: Chapter IV (sessione d’ascolto) (2019) (50 min.)
Teatro Piccolo Arsenale
18.15
Paul Maheke, Nkisi e Ariel Efraim Ashbel, Sènsa (2019) (30 min.)
Attraverso il suono, la luce e il movimento, Sènsa mette in evidenza geografie diasporiche, lo spostamento della conoscenza e le domande sulla visibilità e invisibilità del corpo nero nello spazio pubblico.
Domenica 24 novembre
Teatro alle Tese
12.00
Meetings on Art | Conversazione tra
Paolo Baratta e Ralph Rugoff
a seguire
Presentazione del volume Esposizione Internazionale d’Arte, La Biennale di Venezia, 1895-2019
Paolo Baratta presenta l’Annuario Esposizione Internazionale d’Arte, La Biennale di Venezia, 1895-2019, edito dalla Biennale di Venezia, a cura dell’Archivio Storico della Biennale
Teatro alle Tese 2
15.45
Solange Knowles
Solange Knowles è una cantautrice e artista visiva, già vincitrice del Grammy Award.
Solange presenterà una nuova performance musicale che esplora i temi della protezione, della trasformazione e del viaggio spirituale. Partendo dall’interesse dell’artista nell’uso del suono e del movimento come linguaggio architettonico, la performance includerà composizioni musicali inedite e coreografie da lei stessa ideate e dirette. Tutti i partecipanti sono invitati a vestirsi di nero per la performance.
(CAPIENZA MASSIMA: 120 POSTI  ingresso libero con biglietto di Mostra fino a esaurimento posti)
Gli incontri sono accessibili al pubblico che visita la 58. Esposizione Internazionale d’Arte
in possesso di regolare titolo di ingresso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...