Archivi tag: Roberto Valente

Gli appuntamenti di Palazzo Ferro Fini: “Il Bicentenario della nascita del poeta Giacomo Zanella” e una rilettura “degli ultimi giorni di Enrico Berlinguer”

Il Presidente del Consiglio regionale del Veneto Roberto Ciambetti ci annuncia:
1  – la presentazione del progetto culturale “Zanella VR: Il poeta si racconta” del Comune di Chiampo volto a rievocare il poeta Giacomo Zanella, in occasione del Bicentenario dalla nascita: Giovedì 3 settembre 2020 alle ore 11.30
Interverranno: Roberto Valente, Segretario Generale del Consiglio regionale
Matteo Macilotti, Sindaco del Comune di Chiampo, Sofia Bertoli, Assessore alla cultura e all’istruzione del Comune di Chiampo, Mario Bardin, studioso di Giacomo Zanella, Manuel Bazzanella, CEO Digital Mosaik.

2  – la presentazione del libro 
“Eppure il vento soffia ancora. Gli ultimi giorni di Enrico Berlinguer” di Piero Ruzzante con Antonio Martini: mercoledì 9 settembre 2020 alle ore 11.30, sempre alla Sala Cuoi di Palazzo Ferro Fini.
Interverranno: Piero Ruzzante, autore del libro e Consigliere regionale del Veneto, Antonio Martini, coautore del libro, Roberto Valente, Segretario Generale del Consiglio regionale del Veneto, Pietro Folena, ex Presidente della Commissione Cultura della Camera dei Deputati, Elena Chemello, giornalista di Rai Tre. 

Europa – Pigozzo “Dalle Assemblee Legislative regionali Europee un segnale chiaro: l’Europa deve trovare forza valorizzando le specificità di ogni regione nel segno della democrazia e solidarietà”

“Approvando la ‘Carta di Siviglia’, alla cui stesura il Veneto ha contribuito in maniera determinante, la Conferenza delle Assemblee Legislative regionali europee (Calre) lancia un messaggio chiaro a Bruxelles, alla Commissione e al Parlamento Europeo: l’Europa può trovare ragioni di unità, forza e rilancio nel rispetto delle singole specificità espresse da ciascuna regione nel segno della democrazia e solidarietà”. Bruno Pigozzo (Vicepresidente del Consiglio regionale del Veneto) a Siviglia con la delegazione veneta all’assemblea plenaria della Calre, con i consiglieri Andrea Bassi e Maurizio Conte e il Segretario generale Roberto Valente, sintetizza i temi salienti dell’incontro tra i rappresentanti di una trentina di Regioni provenienti da tutta Europa: “Il ruolo delle regioni deve essere centrale nello sviluppo di una Europa Unità che voglia superare le sue contraddizioni – ha detto Pigozzo – Le regioni si trovano in prima fila nell’affrontare le sfide che investono l’Europa, dalle crisi economiche all’emergenza dei flussi migratori, dalla sicurezza alle problematiche demografiche, ambientali e sociali e devono essere messe nelle condizioni di poter dare risposte alle domande emergenti dai territori, contribuendo in questo modo a dare concretezza e visibilità alle politiche comunitarie. Per questo chiediamo il rafforzamento delle politiche di coesione e maggiori investimenti e siamo convinti che questa sia la strada giusta per azzerare qualunquismo, populismo e tensioni disgregatrici.” “Ma dall’assemblea di Siviglia – nota Pigozzo – stanno emergendo importanti indicazioni: esiste una coscienza comune sul problema dell’immigrazione e tutti hanno ammesso che l’Italia è stata lasciata sola di fronte ad una emergenza umanitaria e di sicurezza eccezionale. Una solitudine emblematica dei limiti e delle contraddizioni dell’Unione Europea, contraddizioni e limiti che possono essere superati proprio dal coinvolgimento delle nostre assemblee regionali nella definizioni delle scelte e politiche comunitarie. A questo proposito risulta indispensabile e urgente, come richiesto nella mozione del nostro Consiglio regionale che ho presentato e sostenuto nel dibattito, la revisione degli accordi di Dublino.