Immagini

Treviso: Un viaggio in Irlanda per camminare sui campi di Céide di cinquemila anni fa. Contadini e pastori archeologi

Céide Fields (i campi di “Céide”, in gaelico irlandese la “collina dalla sommità piatta”) presso il villaggio di Ballycastle in Irlanda, è il luogo scelto dal Premio Internazionale Carlo Scarpa per il Giardino 2018 della Fondazione Benetton Studi Ricerche, saranno al centro di tre momenti pubblici, in programma a Treviso sabato 12 e domenica 13 maggio 2018:
·         il seminario di approfondimento sul luogo designato e sul suo contesto;
·         la cerimonia pubblica del Premio Carlo Scarpa;
·         un concerto di musica antica irlandese nella chiesa di San Teonisto.

(Céide Fields, un tratto di muro rinvenuto lungo il percorso di visita. Al margine, i segni del taglio della torba con la copertura di erica in fiore. Fotografia di Andrea Rizza Goldstein per FBSR, agosto 2017).

Gli appuntamenti sono organizzati nell’ambito della campagna di studio e di divulgazione del Premio, che annualmente, dal 1990, accende lo sguardo su un luogo particolarmente denso di valori di natura, di memoria e di invenzione.

Céide Fields è un luogo che nel secolo scorso ha rivelato, nei terreni che si spingono sul bordo della costa settentrionale della contea di Mayo, in Irlanda, la presenza ancora tangibile ed estesa di un paesaggio rurale del Neolitico, oggi forse la testimonianza europea più importante e remota delle origini del paesaggio coltivato. In questo paesaggio aspro, affacciato sull’Atlantico, il lavoro degli archeologi ha messo in luce, a partire dagli anni trenta del Novecento – con Patrick Caulfield, maestro elementare di Belderrig, la cui opera è stata proseguita dagli archeologi Seamas Caulfield, Gretta Byrne e altri – in un territorio ricco di diverse testimonianze archeologiche, un vasto reticolo di muretti destinati a suddividere il territorio in pascoli e coltivi, una geometria sommersa dai cambiamenti climatici, con il ritiro delle foreste, la sparizione dei prati e il lento accumulo di uno spesso manto di torba, che ha preservato questo sistema di manufatti fino ai nostri giorni, per oltre cinquemila anni. Studiosi e testimoni del luogo designato, con il Comitato scientifico della Fondazione, interverranno nei diversi momenti pubblici in programma a Treviso.

PROGRAMMA DEGLI EVENTI
Sabato 12 maggio
ore 9.30-13.30, auditorium degli spazi Bomben, Treviso
Seminario pubblico di approfondimento sul luogo designato e il suo contesto
Il seminario è l’occasione per conoscere da vicino, con alcuni esperti in diversi ambiti, le peculiarità naturali e culturali di un luogo archeologico, il suo contesto storico-geografico e le problematiche di un sito immerso in un paesaggio rurale ai margini di un’isola del nord Europa, problematiche che riguardano la storia, la conservazione del paesaggio e del patrimonio culturale, il rapporto tra la gestione del sito e il suo sviluppo turistico, la vita e il lavoro attivo della società locale.
Apertura e coordinamento di Patrizia Boschiero (coordinatrice della attività del Premio Carlo Scarpa) e Luigi Latini (presidente del Comitato scientifico della Fondazione Benetton Studi Ricerche).

ore 17.00, Teatro Comunale Mario Del Monaco, Treviso
Cerimonia pubblica del Premio Carlo Scarpa
La cerimonia, coordinata da Luigi Latini, presidente del Comitato scientifico della Fondazione, prevede: la proiezione del film documentario realizzato dalla Fondazione Céide Fields. Premio Internazionale Carlo Scarpa per il Giardino 2018,
regia di Davide Gambino, in collaborazione con Gabriele Gismondi; un racconto
di Luigi Latini sul luogo designato e le parole chiavi di questa edizione del Premio; la lettura della Motivazione del Premio, a cura di Patrizia Boschiero (coordinatrice della attività del Premio Carlo Scarpa) e la consegna del sigillo disegnato da Carlo Scarpa, simbolo del riconoscimento per l’impegno e la cura profusa nei confronti del luogo designato, da parte di Luciano Benetton (presidente della Fondazione) all’archeologa Gretta Byrne (Office of Public Works), direttrice del sito di Céide Fields. Seguono le testimonianze di rappresentanti di istituzioni culturali e pubbliche irlandesi, in particolare dell’Office of Public Works, della Contea di Mayo e dell’Ambasciata d’Irlanda in Italia. A seguire, Marco Tamaro, direttore della Fondazione Benetton, e rappresentanti delle istituzioni nazionali e locali. La cerimonia prosegue con musica antica irlandese eseguita dal trio Elsafty, Armstrong & Browne: Roisin Elsafty, voce; Ronan Browne, cornamusa e flauti irlandesi; Siobhán Armstrong, antica arpa irlandese, e si chiude con un momento conviviale.
Sarà disponibile il volume annuale del Premio Carlo Scarpa, dedicato nel 2018 a Céide Fields, a cura di Patrizia Boschiero e Luigi Latini, con Seamas Caulfield, pubblicato dalla Fondazione Benetton in italiano e in inglese, distribuito in libreria dal coeditore Antiga.

Domenica 13 maggio ore 18, chiesa di San Teonisto, Treviso
Concerto per Céide Fields
Musica antica irlandese del trio Elsafty, Armstrong & Browne: Roisin Elsafty, voce;
Ronan Browne, cornamusa e flauti irlandesi; Siobhán Armstrong, antica arpa irlandese.
Ingresso intero 18 euro, ridotto 13 euro.
Prevendita presso la sede della Fondazione, via Cornarotta 7, Treviso (lun–ven ore 9–13, 14–18 e sab–dom ore 10–20) e nel sito http://www.liveticket.it
fino a domenica 1° luglio I Céide Fields nei paesaggi irlandesi.
Un luogo di storia millenaria lungo un viaggio di ricerca
Mostra fotografica e documentaria del Premio Carlo Scarpa 2018, a cura di Patrizia Boschiero e Luigi Latini, con la collaborazione di Gretta Byrne e Seamas Caulfield.
Fotografie di Andrea Rizza Goldstein e altri; video, interviste e film documentario
di Davide Gambino, in collaborazione con Gabriele Gismondi.
Progetto di allestimento e grafica: Anna Costa; ricerche cartografiche: Massimo Rossi; ricerche bibliografiche: Irene Beringher e Francesca Ghersetti; spazi espositivi: Diana Gentili.
Il filo conduttore della mostra tiene insieme il luogo del Premio Carlo Scarpa 2018
– i Céide Fields – e il viaggio compiuto in Irlanda per un’indagine sul paesaggio dell’isola.
Aperta fino a domenica 3 giugno il giovedì e il venerdì ore 15-20, sabato e domenica ore 10-20. Poi, fino a domenica 1° luglio, il sabato e la domenica, ore 10-20.
Ingresso libero

Comitato scientifico e coordinamento del Premio
Maria Teresa Andresen, Giuseppe Barbera, Hervé Brunon, Anna Lambertini,
Luigi Latini (presidente), Monique Mosser, Joan Nogué, Lionello Puppi, José Tito Rojo, Massimo Venturi Ferriolo; membri onorari: Carmen Añón, Domenico Luciani.
Partecipano ai lavori del Comitato il direttore della Fondazione, Marco Tamaro, e i responsabili dei diversi settori, Patrizia Boschiero, Francesca Ghersetti, Massimo Rossi, Simonetta Zanon.
Le attività del Premio Carlo Scarpa sono coordinate da Patrizia Boschiero, con Luigi Latini, presidente del Comitato scientifico.

Informazioni
Gli incontri sono pubblici, a ingresso libero.
Ingresso al concerto: intero 18 euro, ridotto 13.
Per ragioni organizzative chiediamo di segnalare l’intenzione di partecipare al seminario di sabato 12, attraverso il modulo disponibile nel sito http://www.fbsr.it o contattando la segreteria (lun-ven ore 9-13 e 14-18, T 0422 5121, fbsr@fbsr.it).
In occasione delle giornate del Premio la biblioteca della Fondazione sarà aperta
con i seguenti orari: venerdì 11 maggio ore 9-18, sabato 12 maggio 9-16.
È prevista in auditorium la traduzione simultanea.
Il seminario viene trasmesso in diretta streaming, nella lingua dei relatori, nel sito http://www.fbsr.it .
Iniziativa culturale con il patrocinio di: Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Regione del Veneto, Città di Treviso