Anagoor ambasciatrice della cultura castellana. L’Arcadia di Castelminio di Resana

CIMG0003Anche Castelfranco Veneto ha la sua compagnia teatrale stabile ma a Castelminio di Resana in un ex capannone adibito ad allevamento di conigli, da qui il soprannome La conigliera. Simone Derai e Paola Dallan, ai quali si aggiunsero successivamente Marco Menegoni, Moreno Callegari, Mauro Martinuz, Giulio Favotto e molti altri hanno messo in piedi un laboratorio teatrale, iniziato al Liceo Giorgione, quasi per “gioco” dalla prof. Patrizia Vercesi, che si è trasformato nel tempo in un gruppo professionista con un proprio repertorio. Nel 2009 “Tempesta” (spettacolo ispirato all’omonima opera di Giorgione, conservata alle Gallerie dell’Accademia) si guadagna una segnalazione speciale al Premio Scenario ed è finalista al Premio Off promosso dal Teatro stabile del Veneto. Nel 2011 lo spettacolo “Fortuny” è invitato alla Biennale di Venezia. Contemporaneamente Anagoor inizia una tournée internazionale che la conduce in Inghilterra, Danimarca, Portogallo, e Francia.

Nel 2012 debuttano a MiTo il film-concerto Et manchi pietà sulla vita della pittrice Artemisia Gentileschi, e lo spettacolo L.I. Lingua Imperii insignito del premio “Jurislav Korenić“ a Simone Derai come miglior giovane regista per lo spettacolo al GRAND-PRIX del 53mo Festival MESS di Sarajevo.
Nel 2014 al Festival delle Colline Torinesi debutta “Virgilio brucia” presentato anche al Romaeuropa Festival. Poi l’anno scorso di nuovo alla Biennale Teatro di Venezia con “LI. Imperii”. Nel 2016 “Virgilio brucia” è ospitato nella stagione del Piccolo Teatro di Milano-Teatro d’Europa. Nel 2017 sono previsti altri spettacoli a Roma, Napoli e Milano. Fra qualche giorno saranno in Germania al Festival Theaterlandschaft Mittelmeer Theater an der Ruhr, Mülheim an der Ruhr.
CIMG0001Il cammino è lungo, ricco di tappe importanti che rappresentano un punto di riferimento per la Città di Giorgione che tanto si vanta di essere una piccola patria di letterati, musicisti, matematici e artisti. “Voi siete i nostri ambasciatori di Castelfranco nel mondo e ve ne siamo grati” – così hanno presentato alla stampa riunita nella sala del Consiglio comunale, l’assessore Mariagrazia Lizza e il vicesindaco Gianfranco Giovine, consegnando una targa ricordo, elogiandone i meriti e la grande passione per i risultati raggiunti.
Ad un certo punto però il calore affettivo del “figlio” alla sua città-agora si è trasformato in una parodia in cui ognuno ha cercato di giocare il ruolo scomodo dei limiti imposti dalla contingenza politico-economica. La compagnia teatrale d’avanguardia rimane per ora esule, lontana dai rumori e dai contagi urbani. Anagoor è una di quelle esperienze cultuali del Nordest che sopravvivono fino alla loro morte naturale oppure producono e incubano nuovi talenti? Non siamo in grado di poter dare una risposta sicura, tuttavia ci piacerebbe che il settore “teatro”, cioè spettacolo dal vivo in ambienti costruiti per questo, potesse favorire di una struttura pubblica sicura, tangibile. Come lo si fa per lo sport (ad esempio il calcio o il nuoto) così dovrebbe essere anche per il teatro, compresa la musica. “Eppure noi abbiamo un Conservatorio che è pari ad una facoltà universitaria e un liceo musicale che non tutte le città venete possono vantare” – rimarca Jeanne, italo-canadese da dieci anni residente in città.
Manca un auditorium, manca uno spazio scenico dove le compagnie potrebbero crescere ed essere tutte ambasciatrici della Castellana. Nel Veneto il teatro ha una lunghissima storia, tantissimi teatri secolari, grandi attori, famosi registi e scenografi, una Biennale Teatro vetrina del Mondo, ma quello che manca a Castelfranco, capoluogo di un hinterland da centomila abitanti, è una nuova struttura moderna e attrezzata che la collocherebbe in una rete internazionale. Il Comune punta il dito sulla mancanza di fondi per il taglio alla spesa corrente, lancia una sfida “sotto il cavalcavia della stazione che compie cento anni ricaviamo un teatro con i finanziamenti messi a disposizione dal Governo per la Grande Guerra”. Uno specchietto per le allodole per farsi rieleggere?
CIMG0005Stranamente il Comune di Castelfranco ha un patrimonio immobiliare vastissimo, accumulato nel tempo per lasciti, permute, ricavi per concessioni, molte aree degradate (foro boario) e diversi immobili storici di pregio trascurati (borgo Treviso). A volte si rifila nel bilancio una spesa per il restauro di un immobile per poi chiuderlo (palazzetto Preti) oppure si costruiscono volumi e si lasciano vuoti (Piazza della Serenissima). “Dov’è il problema?” – si chiede Daniele. Chi amministra un Comune così grosso pensa di usare la testa come un ragioniere ma poi cede alla lobby di turno e chiude un occhio. Ci si inventa una mostra e si pendono decine di migliaia di quattrini, ma si negano tante altre iniziative che darebbero visibilità alla Città. Il Maestro Brunello ha messo in piedi Antiruggine in un mezzo capannon dentro la città. Non è forse questo un esempio che l’amministrazione comunale dovrebbe copiare? Oppure trasformando l’ex panificio Fraccaro in un piccolo teatro in cambio di qualcos’altro, mediante un crowfunding (microfinanziamento). Bisogna essere tedeschi?

BANNER LIsmall (1)Anagoor 
La compagnia Anagoor nasce nel 2000 a Castelfranco Veneto, su iniziativa di Simone Derai e Paola Dallan, ai quali si aggiungeranno successivamente Marco Menegoni, Moreno Callegari, Mauro Martinuz, Giulio Favotto e molti altri, facendo dell’esperienza un progetto di collettività. Nel 2008 la compagnia è finalista al Premio Extra con Jeug*. Nel 2009 con Tempesta riceve una Segnalazione Speciale al Premio Scenario ed è finalista al Premio Off promosso dal Teatro Stabile del Veneto. Nel 2010 entra a far parte del progetto Fies Factory di Centrale Fies e del network internazionale Apap. Nel 2011 lo spettacolo Fortuny è invitato alla Biennale di Venezia diretta da Alex Rigola. Contemporaneamente Anagoor avvia una tournée internazionale che la conduce in Inghilterra, Danimarca, Portogallo e Francia. Nel 2012 debuttano a MiTo il film-concerto Et manchi pietà sulla vita della pittrice Artemisia Gentileschi, e lo spettacolo L.I. Lingua Imperii insignito del premio “Jurislav Korenić“ a Simone Derai come miglior giovane regista per lo spettacolo al GRAND-PRIX del 53mo Festival MESS di Sarajevo. Nel 2013 Anagoor riceve il Premio HYSTRIO – Castel dei Mondi e debutta con la prima regia di un’opera: Il Palazzo di Atlante di Luigi Rossi (1642), libretto di Giulio Rospigliosi, alla 63° edizione della Sagra Musicale Malatestiana di Rimini. Nel 2014 al Festival delle Colline Torinesi debutta Virgilio Brucia presentato anche al Romaeuropa Festival. Nel 2015 il Napoli Teatro Festival Italia presenta un focus interamente dedicato ad Anagoor ospitando L.I. Lingua Imperii e Virgilio Brucia. Lingua Imperii è presentato alla Biennale Teatro di Venezia ed è tra gli spettacoli vincitori del Music Theatre NOW 2015 – Worldwide Competition for new Opera and Music Theatre. Debutta Santa Impresa, produzione del Teatro Stabile di Torino | Teatro Nazionale, progetto di Laura Curino e Anagoor con la regia di Simone Derai. Nel 2016 Virgilio Brucia è ospitato nella stagione del Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa.

ConigliettoLe tappe di Anagoor
Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa, Romaeuropa Festival – Roma, Prospettiva – Teatro Stabile di Torino, Festival Internazionale Castel dei Mondi – Andria, Short Theatre – Roma, Vie Scena Contemporanea Festival – Modena, La Biennale Teatro – Venezia, Altri Percorsi – Teatro Stabile di Bolzano, Contemporanea Festival – Prato, Ipercorpo – Forlì, Palermo Teatro Festival, Festival delle Colline Torinesi – Torino, Operaestate Festival, Centrale Fies Drodesera, Napoli Teatro Festival Italia – Napoli, Teatro Elfo Puccini – Milano, Teatro della Tosse – Genova, Festival MiTo, ONT Teatro al Parco – Parma, La Soffitta – Bologna, Zoom Festival – Scandicci, Temps d’images Paris, London International Mime Festival, Vordingborg Waves Festival, Escrita na paisagem Festival – Portogallo, London Italian Cultural Institute, Primavera dei Teatri – Cosenza, Teatro Leonardo – Milano, Teatro Fondamenta Nuove – Venezia, Angelo Mai – Roma, Festival Volterrateatro, Festival STARTUP – Taranto, Teatro Astra – Vicenza, Teatro Verdi – Padova, Paesaggio con uomini, Trento Film Festival, C4 Caldogno, Museo Fortuny – Venezia, Teatro Rossini – Pesaro, Palermo Teatro Festival – Palermo, Sardegna Teatro – Cagliari.

TOUR DATES 2016
24 Aprile 2016
Festival Theaterlandschaft Mittelmeer
Theater an der Ruhr, Mülheim an der Ruhr, Germania
Anagoor
L.I. | LINGUA IMPERII
16 Aprile 2016
AMAT – APP Ascoli Piceno Present
Ridotto del teatro Ventidio Basso, Ascoli Piceno
Anagoor
RIVELAZIONE | sette meditazione attorno a Giorgione
9 Aprile 2016
Centorizzonti 2016
Teatro Duse, Asolo (TV)
Anagoor
VIRGILIO BRUCIA
6 Aprile 2016
AMAT 2015/16
Chiesa dell’Annunziata, Pesaro
Anagoor
MAGNIFICAT
12 Marzo 2016
Chiesetta di S. Antonio, Badoere (TV)
Anagoor
MAGNIFICAT
5 Marzo 2016
Teatro del pane, Treviso
Anagoor
MAGNIFICAT
3 Marzo 2016
Stagione 2015/16
Auditorium Melotti, Rovereto (TN)
Anagoor
L.I. | LINGUA IMPERII
2 Febbraio 2016
Stagione 2015/16
Teatro Comunale, Casalmaggiore (CR)
Anagoor
VIRGILIO BRUCIA
26-31 Gennaio 2016
Piccolo Teatro Milano Stagione 2015-16
Teatro Studio Melato, Milano
Anagoor
VIRGILIO BRUCIA
15 Gennaio 2016
CTB – Brescia Contemporanea
Teatro Santa Chiara, Brescia
Anagoor
RIVELAZIONE | sette meditazione attorno a Giorgione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...